L’Inter chiude il mercato senza l’acquisto di un terzino

0

L’Inter ha chiuso l’ultimo giorno di calciomercato senza nessun colpo. Il tassello che mancava alla rosa di De Boer era sicuramente un terzino. Durante l’ultima giornata diversi sono stati i nomi accostati al club nerazzurro. Uno dei primi è stato Stephan Lichtsteiner della Juventus: la trattativa è stata subito complicata per via di scaramucce reciproche in quanto i bianconeri hanno chiesto l’inserimento di Brozovic nell’operazione che però il club milanese non voleva assolutamente cedere ai rivali torinesi; risultato: tutti sono rimasti dov’erano nonostante lo stesso ex Lazio avesse chiaramente espresso il suo desiderio di andare a giocare all’Inter. Il secondo nome che è apparso è stato quello di Fabio Coentrão, terzino del Monaco, ma è stata più che altro una timida richiesta informazioni dopo la quale il nome dell’ex Real Madrid è subito tramontato perché non c’erano i margini vista l’esosa richiesta del club monegasco. Infine addirittura la suggestione dell’ex eroe del triplete ovvero Maicon che si è spontaneamente offerto ma l’ormai 35enne non è stato ritenuto arruolabile da Piero Ausilio vista l’età andata (ciò nonostante non è impossibile un suo tesseramento in quanto svincolato). L’Inter rimane quindi ancora con il problema del terzino e potrà contare su Ansaldi, Santon, D’Ambrosio e Nagatomo senza considerare i giovani Miangue e Yao: effettivamente sarebbe servito un tassello in più vista la partenza di Erkin (chiaramente ritenuto non del progetto da parte di De Boer) e visto il basso livello degli attuali terzini in rosa (assolvendo l’appena arrivato Ansaldi che potrà dimostrare se è da Inter o no).