L’Italia sosterrà la rinascita della Libia

0
Gentiloni
Ministro Gentiloni

Parla così il ministro Gentiloni ad Algeri, durante il vertice sul futuro del paese. Se l’accordo di pace dell’Onu sulla Libia sarà infatti approvato l’Italia, insieme con l’Egitto, l’Algeria e altri Paesi, sarà pronta a sostenere e ad accompagnare la rinascita della Libia. L’Italia, ha aggiunto il ministro, e’ pronta a dare il suo contributo in risposta alle richieste e alle esigenze del governo di unità nazionale.

Una Libia stabile e unita è importante per il popolo libico perché da lì possono venire la riconciliazione, lo sviluppo e il contrasto alle infiltrazioni dell’Isis“- ha continuato Gentiloni. “Ma la stabilità della Libia è importante anche per la regione. L’accordo contribuirebbe alla pace di tutta l’area del Mediterraneo. Naturalmente la decisione è nelle mani del popolo libico” (fonte ANSA).

L’incontro giunge all’indomani delle accuse di Tobruk sulla presenza di navi italiane in acque libiche, che si ricordi è stata smentita dall’Italia, e della profanazione del cimitero italiano a Tripoli. Il cimitero cattolico italiano di Tripoli “Hammangi” è stato infatti di nuovo devastato. Lo fa sapere l’Associazione Italiana Rimpatriati dalla Libia (Airl).