Lo smartwatch, una tendenza in crescita

0

Cresce il mercato degli smartwatch, ma questa rappresenta una novità tutt’altro che imprevedibile, dato che viviamo in un’era particolarmente tecnologica, e gli orologi intelligenti rappresentano forse la summa di questo concetto: sono piccoli e “wearable”, ma sono anche in grado di svolgere funzioni molto avanzate, al punto che spesso chi ne acquista uno nemmeno conosce quelle più bizzarre e nascoste. Normale, dunque, che il suddetto mercato abbia registrato in questi mesi del 2017 un aumento pari al +17,9%, dato che sempre più spesso anche noi italiani non riusciamo a resistere alla tentazione di acquistarne uno.

 

Va anche detto, però, che questa vera e propria invasione di smartwatch sul mercato rende molto difficile orientarsi in fase d’acquisto: i prezzi sono molto diversi e a volte anche abbastanza alti. Lo smartwatch è infatti una tecnologia molto complessa, che in uno spazio molto limitato riesce a contenere una buona parte delle funzionalità di uno smartphone. Se per questo motivo alcuni modelli hanno un costo proibitivo, sarebbe meglio comunque tenere d’occhio le offerte fatte dai grandi store, consultando online ad esempio il volantino di Mediaworld. In questo modo si può riuscire ad acquistare prodotti a prezzi molto scontati, che altrimenti rimarrebbero irraggiungibili.

 

Non solo prezzo: anche l’utilizzo degli smartwatch, pur essendo molto semplice ed intuitivo, alle volte nasconde delle funzioni che in pochi conoscono, e che potrebbero sorprendervi. Per fare un esempio, gli smartwatch di ultima generazione possono essere utilizzati come abbonamento o biglietto digitale per i mezzi pubblici, anche se questa funzione non è ancora disponibile in Italia. Spopola soprattutto in Cina, ed è naturale che sia così. Ma le sorprese continuano: gli smartwatch possono essere utilizzati anche per effettuare i pagamenti online: va comunque aggiunto che si rende necessario il collegamento con uno smartphone dotato di app. Ma in futuro questa funzione sarà disponibile anche in via autonoma sugli orologi intelligenti.

 

Inoltre, questi device tecnologici e portatili possono anche essere utilizzati come controller AirPlay: ovvero sfruttando la tecnologia che vi consente di trasmettere qualsiasi flusso audio dallo smartwatch ai dispositivi esterni come le cuffie e persino le casse, sia WiFi che Bluetooth. Infine, non dimentichiamoci che anche un comune orologio può diventare uno smartwatch, grazie ad un piccolo device noto come Glance, che può essere agganciato al cinturino e consente di veicolare notifiche, messaggi e persino chiamate. Quando si dice che se la montagna non va da Maometto, è Maometto ad andare alla montagna.