Lobokta duramente contestato su Facebook: tirato in ballo anche Hamsik

Il centrocampista azzurro Stanislav Lobokta è stato criticato aspramente in un lunghissimo post su Facebook. Critiche che non hanno nemmeno risparmiato l'ex capitano azzurro Marek Hamsik.

0
fonte: google immagini contrassegnate per essere riutilizzate

Il 15 gennaio 2020, l’SSC Napoli ufficializzò l’acquisto di Stanislav Lobokta. Lo slovacco fu acquistato per una cifra intorno ai 20 milioni più 4 di bonus dal Celta Vigo. Nelle sue esperienze passate aveva dimostrato di possedere ottime caratteristiche (buona visione di gioco, personalità, dinamismo, tecnica e agonismo, muoversi senza palla e reggere i contrasti fisici). Qualità che invece non si sono potute apprezzare in maglia azzurra.

Marek Hamsik, ex capitano del Napoli, come rivelò la Gazzetta dello Sport, aveva consigliato due anni fa l’acquisto del centrocampista ex Celta a Giuntoli affermando: “E’ un incanto, fidati”. 

A causa di ciò e delle prestazioni non convincenti di Lobokta, la pagina di facebook “La Napoli bene”, si legge un post indirizzato a Marek Hamsik: “Marek, io ti ho amato assai, ma veramente proprio. E sono riuscito a passare sopra ad un addio improvviso, triste, incolore. Però ora me lo devi giurare su quello che hai di più caro, ma veramente ci hai consigliato Lobotka? Perché se così fosse, Marek, allora devo rivalutare tutta la storia, quanto è vero Dio. McBlu76”.

RobertNesta80, l’altro moderatore della pagina ha alimentato le critiche, scrivendo:

 “[…] Per Lobokta il discorso è diverso. Lui fa il calciatore e lo fa con la nostra maglia addosso. È in condizioni pietose da un anno e se ne frega altamente di ristabilirsi, anzi, quasi ostenta questa situazione come se fosse un vezzo,  tanto che io, che non lo conosco ma lo seguo su Instagram, ho visto tramite le sue storie porzioni di sushi adatte a 20 persone, numero che non può avere ospite in casa a causa della pandemia. Oltretutto, sono lo stesso che ha applaudito ed onorato calciatori che non godevano di particolare tecnica  ma che, però, facevano di tutto per sopperire ai loro limiti sputando sangue in campo. Lobokta è l’esatto contrario. Lui non ha brutti piedi, ma si è ridotto talmente male da mortificare anche le capacità balistiche di cui la natura gli ha fatto omaggio. […] Preciso anche che non ritengo che tutte le cose che non vanno nel Napoli dipendano da Lobokta, nè che possa diventare l’unico responsabile. A mio avviso però ha oltrepassato di molto il limite della decenza. Il suo modo di agire è una mancanza di rispetto per tutti noi. Sarà un mio limite, ma ho enormi difficoltà a porgermi in maniera garbata con chi palesemente mi prende per i fondelli e calpesta quella che per me è una ragione di vita, la maglia.”