Lobotka scala posizioni nelle preferenze azzurre: la sua clausola da 50 milioni si può abbassare

0
fonte: google immagini contrassegnate per essere riutilizzate

Con l’avvento di mister Gattuso e l’addio di Ancelotti è sotto gli occhi di tutti la necessità del Napoli di rinforzare il reparto nevralgico della propria squadra. I giocatori attualmente in rosa non sono adatti per gli schemi di Gattuso, che, al 4-4-2 usato in precedenza da Ancelotti, predilige un 4-3-3.

Quello che manca è qualcuno che dia ritmo e tempi di gioco alla squadra. Diversi sondaggi e diversi nomi sono già usciti fuori, da Torreira dell’Arsenal, ex Sampdoria, a Berge del Genk, passando per lo slovacco del Celta Vigo Stanislav Lobotka.

Ed è proprio quest’ultimo che nelle ultime ore pare stia scalando posizioni nelle preferenze della dirigenza azzurra. Torreira, infatti, è ora più difficile. Arteta, nuovo allenatore dell’Arsenal, lo reputa uomo importante per il suo centrocampo e non lo lascerà partire facilmente. Berge, invece, ha anche lui un costo elevato e c’è comunque una concorrenza agguerrita da battere.

Lobotka è un vecchio obiettivo della dirigenza partenopea e, come riporta Il Corriere del Mezzogiorno, ha una clausola di 50 milioni di euro, per la quale però ci sono margini per farla calare anche sotto i 25 milioni. Prima di procedere comunque è necessario liberare un posto in lista Uefa, il principale indiziato è il tedesco Amin Younes, che continua a trovare pochissimo spazio nell’11 del Napoli.