Lola June. A soli due anni inaugura la sua prima personale a NY

Due anni e le sue opere sono quotate fino a 1500 dollari.

0
fonte: instagram Lolajuneart

Si presenta all’inaugurazione con il suo orsacchiotto tra le mani, offrendo ai partecipanti biscotti alla vaniglia. Lola June è l’artista più piccola al mondo ad avere, a soli 2 anni, una sua esposizione personale.

La mostra inaugurata il 12 febbraio a Union Square a New York, è intitolata HOPE (Speranza). Speranza verso l’arte, la purezza e la dolcezza che in questo preciso caso fanno capo a lei, una bambina di soli due anni.

fonte: instagram Lolajuneart

Il merito della scoperta va all’artista Pajtim Osmanaj amico della madre di Lola che, per caso, durante una visita alla famiglia, resta affascinato e meravigliato dalla capacità di astrazione creativa della bambina. Lola June inizialmente dipinge con dei comunissimi pennarelli Crayola per poi passare a tempera su tela, incoraggiata dallo stesso Osmanaj. Le opere che ne derivano sono strabilianti. Colori mescolati direttamente sulla tela con semplicità e purezza. Colori freschi e chiari che rispecchiano a pieno la sua genuinità.

I dipinti sono diventati suoi amici” cita la mamma “li bacia la mattina appena svegliata e gli dà la buonanotte prima di coricarsi”. Ormai per Lola June dipingere è una necessità, un bisogno di immergersi nel suo mondo immaginario fatto di linee curve e colori. Perché si sa, i bambini inventano storie, usano l’immaginazione, sognano il futuro. Ecco Lola June è riuscita a crearsi una realtà colorata che le dà, già a due anni, un motivo per svegliarsi la mattina.

fonte: instagram Lolajuneart

Opere d’arte a tutti gli effetti, le pitture di Lola stanno facendo impazzire i più famosi collezionisti di New York. Tra loro spicca David Colbert, dermatologo delle celebrity e collezionista d’arte che dice di aver notato i quadri camminando per strada. Al pari di molti artisti, i dipinti di Lola sono infatti quotati a partire da 250 dollari fino a un massimo di 1500 dollari.

Dei veri e propri capolavori di arte astratta, colmi di emotività che solo una bambina, in tutta la sua purezza, può regalarci. “Queste opere potrebbero stare benissimo in una collettiva con accanto una tela di Cy Twombly, Jean-Michel Basquiat, Jackson Pollock o altri famosi pittori espressionisti astratti” mormoravano i partecipanti, davanti alle creazioni di Lola June, il giorno dell’inaugurazione. Ma mentre i grandi discutono e celebrano e pagano, la “piccola Picasso”, cosi ribattezzata, chiede il suo orsacchiotto.

fonte: instagram Lolajuneart
fonte: instagram Lolajuneart