giovedì, Luglio 25, 2024
HomeSportCalcioL'ora di Manolo

L’ora di Manolo

Potrebbe toccare a lui, Manolo Gabbiadini. Domani sera al San Paolo, arriva il Palermo di Gilardino e Vazquez.
Sicuramente partirà dalla panchina, in partenza Sarri dovrebbe affidarsi ai soliti undici, con la sola probabile iniziale eccezione di Mertens al posto di un acciaccato Insigne.
Ma per il resto è difficile che rinunci alla squadra che fin’ora lo ha portato così in alto.
L’imperativo primario è non abbassare la concentrazione e non considerare la pratica Palermo come già archiviata.
Ma è vero anche che il Napoli è reduce da una serie lunghissima d’impegni e che la difficile trasferta di Genova è alle porte. Per questo motivo è immaginabile che il primo ad entrare sarà Manolo Gabbiadini, riserva di super lusso, che non ha trovato molto spazio in campionato. Sarri lo considera una prima punta, omologo di quel fuoriclasse assoluto di nome Gonzalo Higuaìn.
In questi casi bisogna farsi trovare pronti e domani sera Gabbiadini dovrà dimostrare che all’occorrenza, anche in campionato, saprà fare la differenza.
Quest’estate erano in molti a volerlo, soprattutto l’Inter di Mancini, ma De Laurentiis lo considera incedibile, segno tangibile di una stima che il ragazzo, nato a Calcinate, deve ripagare. Potrebbe essere impiegato anche come esterno, Manolo può interpretare tutti i ruoli offensivi, dipenderà molto da come si metterà la partita.
In ogni caso sarà un’occasione importante per mettersi in mostra e i tifosi sono sicuri che il giovane gioiello azzurro non tradirà le aspettative.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME