Lorenzo Insigne su Maradona: “La sua morte uno shock, scoppiai in lacrime”

0
Insigne
Wikipedia

Napoli-Lazio è stata uno spettacolo agli occhi di tutti, per due motivi: la grande prestazione del Napoli e la commemorazion per Maradona. Infatti prima del calcio di inizio, i preliminari sono stati da “pelle d’oca”, creando un’atmosfera vibrante come ha riferito “La Repubblica”. Infine è stata presentata una grossa novità: l’inagurazione della nuova statua del “pibe de oro”. Un evento trasmesso in mondovisione, e anche allo stesso stadio erano presenti ospiti d’eccezione come il presidente della FIFA, Gianni Infantino, o l’ex presidente del Napoli Corrado Ferlaino.

Il Napoli ha saputo onorare, colui che lo ha reso grande e lo ha portato  ai vertici del calcio italiano ed europeo. Prestazione micidiale e un 4-0 rifilato alla Lazio del suo “ex”, Maurizio Sarri. Degno di nota è stato Mertens, che con due goal pazzeschi, ha ricordato le giocate di Maradona al San Paolo. Lo stesso capitano Insigne, ha sfornito un’ottima prestazione, e forse, da napoletano doc, più di tutti teneva a far bene.

Questo lo dimostra in una bella intervista rilasciata a Espn Argentina:”Quando arrivò la notizia di Maradona fu davvero scioccante non solo per noi, ma per tutto il mondo. Chiamai la società, che mi confermò la notizia, e fu un duro colpo, scoppiai in lacrime. Uno come Diego ha fatto tanto per noi, è come uno di famiglia, non so come sono andate le cose, non entro nel merito ma poteva stare ancora qui con noi. La verità non la sapremo mai, a volte leggo le notizie e fanno fatica pure i familiari a saperlo. Lui è sempre nei nostri ricordi e non lo dimenticheremo mai“.

L’ala azzura ha continuato a parlare di Maradona e il rapporto che ha avuto con la città di Napoli:”Fa parte di questa città  anche senza la statua o lo stadio, in ogni strada o nei bar c’è sempre la sua faccia, era più bello fargli vedere tutto questo da vivo, ma da lassù sarà orgoglioso di noi. È un giorno triste per i napoletani, ha fatto sognare i napoletani, ci ha fatto vincere e sarà sempre nei nostri cuori.”

Se Maradona fosse vivo e vivesse a Napoli non potrebbe girare per strada, ma al di là di questo non cambiava per i napoletani la distanza, era con noi anche da lontano, in ogni intervista parlava di Napoli. Ancora oggi non capiamo come sia stato possibile, ma non possiamo entrare nel merito. Italia-Argentina per la ‘Supercoppa Maradona’? Penso sia stata la sua mano, ci sarà la partita per questo trofeo e speriamo sarà un grandissimo evento“.