Lowes comanda le FP1 della Moto2 al Mugello

0

Lowes sorprende Luthi e Rabat nel finale delle FP1 della Moto2 al Mugello: il best time è suo.

Grande attesa per il via delle prime libere per la Moto2 che oggi rivede in pista Mattia Pasini.

Fausto Gresini ha preparato una seconda moto nel suo box per Pasini che nel GP di casa gareggia come wild card e questa mattina le telecamere erano tutte per il “Paso”.

Commozione generale quando sul cupolino è comparso un adesivo di Simoncelli, carissimo amico di Pasini, scomparso 4 anni fa a Sepang.

Luthi all’inizio della sessione ha lanciato un chiaro segnale imponendosi al comando così come Corsi che lo ha scalzato poco dopo.

L’osservato speciale, Paso, invece è entrato subito in top10 tenendo il passo del compagno di box: questa competitività mette in buona luce Mattia che, ricordiamo, è rimasto fermo da Valencia 2014.

Luthi ha continuato poi a limare il best time nonostante gli attacchi di Corsi e Lowes, gli unici in grado di infastidirlo.

Rabat intanto, come è diventata sua abitudine, dalle retrovie ha iniziato la sua rimonta mangiando uno dopo l’altro gli avversari.

Rispunta in top10 anche Pons in ripresa dopo l’infortunio e la gara opaca di Le Mans, Salom invece sembra in difficoltà così come Rins: entrambi restano addirittura fuori dalla top10, Rins, e dalla zona punti, Salom.

A sorpresa rispunta anche Aegerter in top10. L’avvio di stagione del pilota svizzero non è stato dei migliori paragonandolo all’anno passato ma sembra che oggi abbia tutte le carte giuste per giocarsi un buon piazzamento in vista delle qualifiche di domani.

Pasini perde qualche posizione rimanendo comunque intorno alla quindicesima piazza, Rabat dopo 16 tornate e il miglior crono in pista, decide di fermarsi in attesa del termine delle prove libere ma Luthi gli sferra l’attacco a sorpresa scalzandolo dalla prima piazza.

Tito non indugia oltre e risale sulla sua Kalex incendiando la pista del Mugello per gli ultimi minuti ma, come si dice sempre, tra i due litiganti il terzo gode ed è Lowes a strappare la leadership ai due rivali.

Protagonista di una scivolata senza conseguenze è il pilota Warokorn, per Mulhauser a inizio sessione problemi tecnici sulla moto.