Lucas Digne: è rottura con Benitez. In pole ci sono Napoli e Inter

0
Lucas Digne al Psg, Fonte: Wikipedia

Molti tifosi della Roma e non solo, ricordano di sicuro la prima ed unica stagione di Lucas Digne in Serie A. Il terzino francese fu acquistato nella stagione 2015-2016 dalla squadra capitolina  con la formula del prestito oneroso a 2,5 milioni di euro con diritto di riscatto. La sua stagione con i giallorossi fu molto positiva, segnando 3 reti e fornendo 4 assist tra il campionato italiano e la Champions League.

La sua ottima stagione in Italia gli costò l’interesse del Barcellona che lo acquistò per circa 20 milioni di euro l’anno successivo. Dopo circa 6 anni dalla sua ultima presenza in Italia, attualmente Digne gioca nell’Everton dal 2018. Le sue prestazioni in Inghilterra sono state molto altalenanti, ma comunque è rimasto nel giro della nazionale francese, vincendo anche la recente edizione della Uefa Nations League 2021.

Il francese in generale non ha sfigurato in Premier League, dove in 113 presenza ha realizzato 4 goal e 18 assist. Il suo rapporto con il Merseyside Blue potrebbe interrompersi anzitempo. Digne non scende in campo da circa un mese, e l’attuale allenatore del club londinese, Rafa Benitez ha lasciato tali dichiarazioni in merito: “Penso che sia stato molto chiaro. Voglio fare una domanda a ogni tifoso o ex giocatore, cosa direbbe Peter Reid se un giocatore dice che non vorrebbe essere lì? Ecco, semplice”. Il calciatore ha quindi chiesto la cessione, nonostante il suo contratto sia in scadenza nel 2025. Inoltre l’Everton ha già acquistato il suo sostituto, l’ucraino Vitaliy Mykolenko.

Il nome del nazionale francese è stato accostato a diversi club di Serie A, come la Juventus, ma in particolare ad Inter e Napoli. Ai neroazzurri farebbe molto comodo un profilo del genere, data anche la conoscenza della Serie A. Sarebbe un buona opzione da alternare a Perisic sulla fascia mancina, in vista dei futuri impegni ravvicinati tra Coppa Italia, Champions e Serie A. I dirigenti nerazzurri monitorano con grande attenzione la situazione, ma attualmente non possono effettuare investimenti onerosi: la formula preferita resta il prestito, magari con diritto di riscatto e non certo con l’obbligo.

L’esperienza c’è e la qualità pure, ed è ancora nel pieno della maturità calcistica. Come già sopracitato anche il Napoli ha messo gli occhi su Digne, ma la formula per acquistarlo sarebbe la stessa, ossia quella del prestito. L’Everton dal suo canto vorrebbe monetizzare l’addio del classe 93′, con una cessione a titolo definitivo e gli inglesi chiedono un compenso di circa 25-30 milioni.