L’idea di Moggi per tenere Morata è un super scambio con il Real Madrid

0

Mentre in questi giorni nel calciomercato italiano tiene banco la vicenda Higuaín-Napoli, sotto banco continuano a rimanere in sospeso le cessioni della Juventus, specie per quanto riguarda Paul Pogba, obiettivo da tempo di Real Madrid, Chelsea o Manchester United. Dopo aver già (anche se obtorto collo) dovuto cedere Morata ai blancos, i bianconeri devono evitare un altro colpo pesante in uscita per evitare di rivoluzionare la squadra per l’ennesima volta. L’idea per trattenere Morata è arrivata da Luciano Moggi, ex DG della Juventus, ospite ieri sera a Sportitalia durante la trasmissione Speciale Calciomercato di Michele Criscitiello. La considerazione parte dal fatto che, secondo l’ex direttore, Paul Pogba sia leggermente sopravvalutato e che non valga la pena di tenerlo, anzi. “Pogba è uno spettacolo più per sé stesso che per l’economia della squadra, così come ha detto anche il tecnico della Francia Deschamps. Non so quanto sia compatibile con Marchisio, per questo forse sarebbe stato meglio risolvere la questione con il Real Madrid diversamente coinvolgendo Morata“. Secondo Moggi appunto la partenza di Morata sarà un duro colpo per la squadra di Massimiliano Allegri considerando che lo spagnolo è uno dei pochi attaccanti giovani e subito pronti al campionato italiano e che sarà dunque difficile rimpiazzarlo a dovere. Perciò secondo il nativo di Monticiano sarebbe stato meglio impostare la trattativa con il Real Madrid con un super scambio includendo il francese. “Florentino Pérez si è programmato di prendere sia Morata che Pogba, a questo punto, considerando che la spesa per il numero 10 della Juventus che si è preventivato si aggira intorno ai 100 milioni di euro io gli avrei proposto uno scambio con Morata, Kroos o Isco più 30 milioni di euro in cambio di Pogba, sarebbe stato equo e tutte e due le squadre ne avrebbero beneficiato, specie la Juventus che si sarebbe ritrovata di nuovo con Morata e con un centrocampista di livello in più in rosa“. Insomma per Luciano Moggi la Juventus può certamente fare a meno di Paul Pogba; alla fine della considerazione poi è arrivato anche il paragone di lusso con il suo pupillo: “In definitiva Pogba con i piedi è vero che può fare tutto, ma di certo non è Zinedine Zidane“. Se lo dice Moggi…