Lukaku ancora fuori nelle amichevoli dello United, cessione a un passo

0
Lukaku
Romelu Lukaku, giocatore belga del ex Manchester United ora all'Inter. Fonte Flickr

Lukaku è ufficialmente diventato il caso dell’estate. Ogni suo movimento, ogni sua giocata, ogni sua mossa è microscopicamente analizzata per carpirne un segnale o meno di partenza. Funziona così da un po’ in casa “Red Devils“, dove, il campione belga continua la preparazione in attesa del prossimo calcio d’inizio.

L’unica incertezza è quella se potremo ammirare la punta in azione il prossimo 9 agosto, data di inizio della Premier, oppure due settimane più tardi per la prima giornata di Serie A. Il dubbio continua a pervadere gli ambienti sportivi e giornalistici ma nessuno, ad oggi, pare avere ancora la giusta intuizione. Lukaku è pronto per la.nuova esperienza italiana, ma gli inglesi continuano a dichiararlo incedibile, o almeno tale fino alla soglia degli 87 milioni di euro.

Il Manchester United si è trasformata nella più classica delle gabbie dorate. Il club è pronto a rispettare il contratto che vuole il giocatore legato ai colori “reds” fino al 2023. Le intenzioni del club sono cristalline: o vai via per il prezzo che facciamo noi, oppure fino a nuovo ordine continuerai a scaldare la panca. Intenzioni a cui il giocatore ha risposto con altrettanta limpidezza, cosa che dall’inizio del ritiro gli è costato il posto in campo.

Anche se ufficialmente il giocatore è tenuto fuori dai test match pre-season per ritardi di condizione, voci ben informate parlano della più ovvia delle punizioni. Solskjaer e i suoi non schiereranno la punta finché la situazione non sarà rientrata.

L’Inter continua ad osservare con interesse il susseguirsi dei fatti. Marotta è sicuro che alla fine il tira e molla tra club e giocatore incrinerà il rapporto già discretamente logoro e che arriverà il definitivo divorzio.