L’urlo di Manolas: “Siamo fortissimi”, Spalletti: “Siam quel che si fa, non quel che si dice”

0
Luciano Spalletti, fonte By Photojournalist Roberto Vicario - Photojournalist Roberto Vicario, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=6775761
Luciano Spalletti, fonte By Photojournalist Roberto Vicario - Photojournalist Roberto Vicario, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=6775761

Kostas Manolas è stato sicuramente tra i peggiori in campo del Napoli nella vittoria contro la Juventus, figurando tra i protagonisti in negativo del match. Il suo errore che ha poi causato il gol di Morata poteva risultare fatale. Poi fortunatamente gli azzurri sono stati bravissimi a ribaltare l’iniziale situazione di svantaggio, uscendo vittoriosi per 2 a 1 dalle mura amiche dello Stadio Diego Armando Maradona.

Retroscena particolare è che al triplice fischio dell’arbitro gli addetti ai lavori a bordocampo hanno sentito proprio il difensore greco urlare a gran voce “siamo fortissimi”. Tale esternazione è stata poi riferita in conferenza stampa a Luciano Spalletti, che non ha risparmiato una piccola critica nei confronti del proprio calciatore.

Noi siamo quel che si fa, non quel che si dice, anche io ho bellissime intuizioni, poi bisogna eseguirle e anche Kostas deve migliorare”. Un chiaro segnale dunque lanciato dall’allenatore a Manolas, reo di staccare la spina della concentrazione ancora troppo spesso.

Se il difensore greco riuscisse a stare sul pezzo per i 90 minuti totali della partita, potrebbe tranquillamente figurare tra i top della Serie A. Purtroppo però svarioni come quello vistosi contro la Juventus non sono nuovi per l’ex Roma.

Vittoria e tre punti, ma ancora molto da migliorare sia a livello di singoli che di squadra. La prestazione c’è stata, complice anche una compagine bianconera molto rimaneggiata negli effettivi. Spalletti sa bene che la strada è ancora lunga ed il lavoro da fare è importante. Ma il cammino sembra quello giusto.