Lutto nel mondo del calcio algerino, morto il difensore e il capitano Sofiane Loukar

0
lutto

Allo stadio Habib-Bouakeul, situato nella città algerina di Orano, ossia a 4 ore di macchine dalla capitale della nazione nord-africana Algeri, si svolgeva la partita tra ASM Oran-MC Saïda. Il match era valevole per la Ligue 2 algerina, più precisamente il girone delle squadre centro-ovest. Gli ospiti del Saïda stavano vincendo con il risultato di 1-0, quando improvvisamente la partita è stata sospesa durante il corso del primo tempo.

La sospensione è stata causata da una tragedia avvenuta in mezzo al campo, ossia la morte del capitano degli stessi ospiti. Stiamo parlando del trentenne Sofiane Loukar: proprio durante il giorno di Natale, Loukar ha perso la vita per un arresto cardiaco. Più precisamente pochi minuti prima del malore, in occasione di un duello aereo con un avversario, Loukar aveva ricevuto un colpo alla testa che lo aveva costretto ad uscire temporaneamente, per poi far rientro sul terreno di gioco dopo le cure ricevute a bordo campo.

Come descritto  dalla Gazzetta dello Sport, il calciatore è poi rientrato sul terreno di gioco. Dopo qualche minuto Loukar è crollato a terra sotto gli occhi sgomenti dei suoi compagni di squadra, degli avversari e del pubblico sugli spalti. Un episodio molto simile quello avvenuto al calciatore danese Christian Eriksen ad Euro 2020, anche se con un finale diverso.

Infatti in questo casosono risultati inutili i tentativi di rianimarlo in campo e in ospedale ; istanti che sono stati immortalati anche da alcuni video messi in circolazione dai quali emerge l’enorme la disperazione di tutti i calciatori in campo, con gli avversari che hanno tentato di placare la disperazione dei compagni di Loukar. Come già affermato all’inzio, la gara è stata immediatamente sospesa, e l’intera Algeria è rimasta sconvolta per l’accadimento di tale tragedia.

Queste le parole del presidente delle LNFA algerina, Ali Malek: “Sono devastato, è drammatico che un giovane possa soccombere morire su un campo di calcio. Sofiane ha perso la vita dopo un colpo aereo e nonostante l’intervento dei medici il suo corpo ha ceduto. Abbiamo subito verificato il suo storico a livello di Lega e non abbiamo ravvisato alcuna controindicazione a giocare a calcio di alto livello”. Secondo quanto riferisce la testata di Today Sport, questo è solo uno degli ultimi casi di morti nel calcio:

“Prima di lui, nei giorni scorsi, c’erano stati altri due decessi di calciatori in circostanze simili. In Croazia, un 23enne, Marin Cacic, sabato scorso aveva perso conoscenza in allenamento a causa di problemi cardiaci. Cacic è morto giovedì scorso, senza riprendere conoscenza. Giocava nel Nehaj Senj, della terza divisione croata. In Oman è morto il 29enne Mukhaled Al-Raqadi, nel riscaldamento prima della partita. Giocava nel Muscat ed era stato portato in ospedale, dove è morto poco dopo.”