Ma se venisse esonerato De Boer, ci sarebbe l’ennesimo traghettatore?

0

Lo diciamo chiaro e tondo: non abbiamo cambiato idea e per noi De Boer deve avere a disposizione altro tempo. Non perché abbia dimostrato fino ad ora chissà che, ma per un motivo molto semplice: ha ereditato una squadra non sua in una situazione particolare non conoscendo neppure a fondo il calcio italiano. Chi pretendeva che ottenesse risultati straordinari al primo anno probabilmente si illudeva. Certo, potrebbe fallire ma esonerarlo ora vuol dire portare l’ennesimo traghettatore della storia dell’Inter e buttare l’ennesima stagione.

Sì, perché ora – in caso di un ingiusto esonero di De Boer – verrebbe un allenatore che farebbe da traghettatore ad un altro mister il prossimo anno. Certo, si dirà che Simone Inzaghi – traghettatore lo scorso anno alla Lazio e confermato con ottimi risultati quest’anno – è stata una scelta vincente alla Lazio. C’è, però, un piccolo particolare: che il fratello di Pippo conosceva sia il calcio italiano che l’ambiente biancoceleste. Quindi, si è trovato avvantaggiato pur essendo un ottimo tecnico. Sì, il messaggio è chiaro: Inter, dai ancora fiducia a De Boer.