Maisie Williams sul futuro che vorrebbe per Arya Stark in Game Of Thrones

0
maisie-williams-arya-stark
Maisie Williams in Game Of Thrones. Fonte screen youtube

Maisie Williams è stata intervistata dalla rivista Highsnobiety.

L’attrice è cresciuta davanti alle telecamere nel ruolo di Arya Stark.

Maisie Williams aveva solo 12 anni quando ottenne il ruolo che cambiò la sua vita.

Ora ne ha 20, è più consapevole della sua professione di attrice, del ruolo che Arya Stark ha non solo nella serie ma anche nel mondo reale.

Molte ragazzine, confessa Maisie Williams, le scrivono messaggi di supporto dicendole che si identificano molto in Arya.

Ecco cosa ha dichiarato Maisie Williams alla rivista

  • Sull’importanza che ha avuto Arya nella sua vita: “Ho trascorso tanto tempo volendo solo interpretare Arya. Pensavo che fosse la cosa migliore che mi fosse capitata e che niente sarebbe mai stato al suo livello. Per me era incredibile”.
  • Su come affronta il bullismo online: “Non hai mai un giorno libero quando sei famoso. Preferisco pensare ad altro. Per questo lotto per il benessere animale e altre cause che mi stanno a cuore.” Maisie Williams cita anche l’importanza di dedicarsi a cause diverse, non sempre al centro dell’attenzione mediatica. “Se lottiamo tutti per la stessa cosa, rischiamo di non prestare attenzione ad altre cause meritevoli.”

Inoltre, come tanti suoi colleghi, la giovane attrice è spesso paragonata al suo personaggio. Maisie però non lo vede come una cosa negativa. L’attrice ha infatti dichiarato di somigliare molto ad Arya, nel bene e nel male. Per esempio si definisce fiera e risoluta come la piccola Stark ma anche troppo svelta nel giudicare e vorrebbe cambiare questo suo lato.

Maisie sostiene che Arya faccia parte di una “nuova era” di personaggi scritti in modo anticonvenzionale che aiutano a combattere gli stereotipi. L’attrice ha citato infatti anche Millie Bobby Brown e la sua “Eleven” di Stranger Things. “Il lavoro di Millie è stato eccezionale e il suo personaggio è fantastico. è grandioso vedere più giovani ragazze in questo tipo di ruolo. E so che Arya è stata una parte di questo. Adesso è accettabile in tv vedere le ragazze non più solo in abiti eleganti. Assomigliare ai ragazzi non è più visto in modo così negativo o scioccante.”

  • Sul dire addio ad Arya Stark e su cosa vorrebbe per il futuro del personaggio: “Voglio solo che lei sia felice e al sicuro e che abbia qualcuno che si prenda cura di lei. Lei è diventata così indipendente e ha quest’attitudine dura e fiera. Penso che sarebbe bello avere invece qualcuno di più grande che la protegga. Non so chi potrebbe essere. Magari anche un uomo forte che la capisca. Ne ha passate tante. Non riesco però a immaginarlo, è Game Of Thrones. Nel mio mondo ideale è quello che spero per lei.”