Maker Faire: Boom di presenze in tre giorni

0

Oltre centomila presenze in tre giorni. E’ questa la terza edizione della Maker Faire,un successo, che supera così, il risultato dell’edizione scorsa al Parco della Musica, e confermandosi come uno degli eventi romano più seguito. I viali della città universitaria della Sapienza, sono trasformati in palcoscenico per robot, droni, innovazioni informatiche e avveniristiche stampanti 3D.

Si chiude quindi un evento che ha visto incontrarsi piccoli artigiani digitali e grandi colossi dell’informatica, da Google a Intel. Un evento che ha permesso di presentare per la prima volta al pubblico italiano, oltre 700 invenzioni nei campi più disparati: dai videogames, con gli occhiali Cardboard di Google, all’edizilia, con la stampate 3D alta 12 metri capace di realizzare un’intera abitazione. Tecnologia incredibile che verrà utilizzate anche dal mondo archeologico. Un evento che, a dicembre, Roma ospiterà le riproduzioni di alcuni bassorilievi distrutti dalla furia del terrorismo dell’Isis a Palmira e Ninive, realizzati appunto, con la stampante presentata alla Maker Faire.

I numeri di questa edizione della fiera, hanno proposto l’evento romano, dietro alle Maker Faire di New York e San Francisco, riuscendo a farla primeggiare in Europa. Non potrà così mancare l’appuntamento, già confermato tra gli eventi, per i prossimi due anni.