Il Málaga sospende il suo allenatore per la diffusione di un suo video intimo

Víctor Sánchez del Amo è stato sospeso dal suo incarico dallo sceicco Al Thani dopo la diffusione di un suo video hot

0
Stadio La Rosaleda di Málaga, foto Wikipedia
Stadio La Rosaleda di Málaga, foto Wikipedia

Il Málaga dello sceicco Al Thani ha ricominciato l’anno senza infamia e senza lode pareggiando per 1-1 fuori casa sul campo dell’Oviedo ed è ancora invischiato nelle sabbie mobili della zona retrocessione della seconda serie spagnola. È notizia di ieri che il patron qatariota ha deciso di sospendere dalle proprie funzioni il suo allenatore Víctor Sánchez del Amo con effetto immediato. Tuttavia, la decisione non ha nulla a che vedere, apparentemente, con i risultati sportivi ottenuti sul campo, bensì è stata presa in seguito alla difusione di un video hot che vede il suo allenatore protagonista.

IL VIDEO INCRIMINATO – È stato diffuso nella giornata di ieri un videoclip in cui appare come protagonista l’ormai ex allenatore Víctor Sánchez intento a masturbarsi. Ciò che ha scatenato l’indignazione del club andaluso, che ha causato la sua sospensione, è stato però il dettaglio dell’abbigliamento. Il tecnico, ex tra le altre squadre di Siviglia e Betis, era seduto con i pantaloni abbassati ma indossava una maglia d’allenamento del Málaga, con lo scudo dei boquerones ben in vista. Lo stesso Sánchez si era anticipato denunciando su Twitter la violazione della privacy a cui era stato sottoposto in seguito alla diffusione effettuata da terzi del suo video intimo, ma non è stato sufficiente.

LA DECISIONE INFLESSIBILE – Pur essendo il proprio allenatore vittima di un’evidente violazione della sua intimità aggravata da un’estorsione che gli sarebbe stata rivolta (secondo quanto da lui dichiarato sul suo profilo Twitter), il suo club non è intervenuto pubblicamente per appoggiarlo, ma anzi, con un comunicato sul proprio sito ufficiale di ieri alle 19:35 ha deciso di sospenderlo dal proprio in carico con effetto immediato “sulla base degli eventi da poco scoperti e che non sono stati ancora verificati finché si realizzi un’investigazione completa“. In base a questo provvedimento martedì prossimo Sánchez non siederà sulla panchina de La Rosaleda per guidare la sua squadra contro il Ponferradina.

#VÍCTORNOSETOCA – Sui social network c’è stata una pioggia di commenti in appoggio all’ex allenatore, per ora, del Málaga, con l’hashtag #VíctorNoSeToca che è subito diventato Trending Topic su Twitter (fermo restando una possibile matrice ironica di chi ha lanciato l’hashtag con il gioco di parole con il verbo toccare). Gli spagnoli si sono comunque indignati e una stragrande maggioranza è convinta che il club avrebbe dovuto mettersi al fianco del suo tecnico, vittima della situazione, e non puntargli il dito contro accusandolo di un possibile danno d’immagine.