Manchester City, qualcosa non va

0

Il Manchester City dispone di una delle squadre più forti del mondo, almeno sulla carta. Eppure, l'”ingegnere” Pellegrini non riesce proprio a dare un’anima ai citizens, il più delle volte troppo dipendenti da giocate individuali, meglio ancora se sono quelle di Aguero, attualmente però fuori per infortunio.

Ieri il City ha perso al Britannia Stadium contro lo Stoke la sua quarta partita in campionato, dopo aver giocato un match complessivamente scadente dal punto di vista della qualità del gioco. I padroni di casa, che tra l’altro posseggono statisticamente il peggior attacco della Premier League insieme all’Aston Villa, hanno fatto semplicemente il proprio compito, senza eccellere ma mandando in gol per ben due volte Arnautovic nel corso dei primi 15 minuti di gioco. Gli ospiti hanno sofferto in maniera evidente anche la pesante assenza a centrocampo di Tourè, spesso vero e proprio filtro tra la retroguardia e l’attacco degli uomini in maglia celeste.

E’ una Premier pazza, che vede in testa alla classifica il piccolo Leicester di Ranieri, a +2 dall’Arsenal secondo e a +3 dal City terzo. Il Chelsea, invece, stagna ancora nei bassifondi della classifica.