Manchester City, sulle tracce di Ancelotti per il dopo Pellegrini

0

Il Manchester City dell’emiro arabo Mansur bin Zayd Al Nahyan è in cerca di un nuovo allenatore, poichè dopo le deludenti prestazioni che sta inanellando nel campionato 2014-2015 l’attuale tecnico Manuel Pellegrini, difficilmente potrà godere di una riconferma alla guida della seconda squadra di Manchester: se la fortuna non lo assiste, potrebbe addirittura vedersi licenziato ben prima del termine della stagione (c’è chi parla di esonero in caso di sconfitta con in West Ham).

E’ il Daily Star che annuncia le volontà del City e fra i papabili, oltre al tecnico del Napoli Rafa Benitez ed a quello del Borussia Dortmund Jurgen Klopp, c’è anche Carlo Ancelotti. Il tabloid inglese sostiene di aver già interpellato l’allenatore italiano, che non ha ancora rinnovato il suo contratto con il Real Madrid in scadenza nel 2016. L’unico ostacolo, secondo il Daily Star, sembra essere l’ingaggio del tecnico di Reggiolo, il quale per tornare nella Premier vorrebbe garantito lo stesso stipendio che al momento percepisce in Spagna (poco meno di 10 milioni di euro l’anno, pari a circa 7,1 milioni di sterline). Il contratto che lega Manuel Pellegrini con il Manchester City è poco meno della metà di quello preteso da Ancelotti (“solo” 3,4 milioni di sterline) ed il contrasto di esigenze fra dirigenza del City e l’allenatore italiano appare evidente. Lo stesso tabloid sostiene, attraverso una fonte interpellata, che la conferma sia arrivata dallo stesso ex-tecnico del Milan il quale sostiene che l’ingaggio di cui si parla non sia sufficiente.