Mancini esalta il nuovo acquisto del Napoli: “Sarà la rivelazione della Serie A!”

0
Roberto Mancini, fonte By Roger Goraczniak - http://picasaweb.google.com/RogerGor1/LechManchester#5535830088474273362, CC BY 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=15408212
Roberto Mancini, fonte By Roger Goraczniak - http://picasaweb.google.com/RogerGor1/LechManchester#5535830088474273362, CC BY 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=15408212

Il campionato di Serie A è fermo per la sosta delle Nazionali. Si tratta di un periodo importante per i vari giocatori che non sono stati convocati per mettersi in mostra nei rispettivi club durante gli allenamenti. Un calciatore che presto potrebbe diventare un perno della Nazionale italiana è Giovanni Di Lorenzo, difensore del Napoli.

Roberto Mancini, CT della Nazionale italiana, ha rilasciato alcune dichiarazioni proprio sul giocatore azzurro: “No: abbiamo Florenzi, Piccini, spero che Conti possa tornare quello dell’Atalanta e Di Lorenzo può essere una bella sorpresa: l’anno scorso ha giocato un gran campionato“.

Il mister ha poi parlato di altri importanti aspetti: “Non possiamo pretendere il ritmo della Premier, quella è roba solo loro: sono abituati così da sempre, gioco molto più veloce e con meno interruzioni. Da noi il ritmo può crescere e dobbiamo capire che la qualità tecnica è indispensabile. Però stiamo facendo progressi“.

Se la stagione inizia a luglio e il mercato finisce all’inizio di settembre, per un allenatore è un casino: aspetti giocatori, mentre ne fai giocare uno te ne arriva un altro, e magari quello se ne va. In Inghilterra sono più pratici, però si potrebbe trovare almeno una via di mezzo. Ma è un po’ come il discorso di anticipare il campionato: ne parliamo da tanto tempo… Si fa quel che si può“.

Giovanni Di Lorenzo, quindi, è finito nel mirino dell’allenatore della Nazionale italiana, Roberto Mancini, e presto potremo vederlo come titolare non solo con la maglia azzurra della SSC Napoli, ma anche quella dell’Italia. Una bella soddisfazione non solo per il calciatore ma anche per la stessa società partenopea. Tuttavia, l’Europeo del calciatore sarebbe a rischio perché ormai le scelte sarebbero già state fatte.