Mandzukic, addio amaro: in estate lasciò Leonardo sotto casa. Pavan: “Si è rotto qualcosa”

Mario Mandzukic si è trasferito in Qatar, ecco cosa ci sarebbe dietro l'addio alla Juventus

0
Mario Mandžukić
Fonte foto: Di Антон Зайцев - https://www.soccer.ru/galery/1058178/photo/736936, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=71492280

Dopo quattro anni e mezzo Mario Mandzukic ha detto addio alla Juventus ed è volato in Qatar all’Al Duhail, con cui ha firmato un contratto di 18 mesi a 8 milioni di euro a stagione. Un addio difficile da digerire per i tifosi bianconeri, dato che il croato era un vero e proprio idolo per carattere ed attaccamento alla maglia.

ROTTURA – La partenza dell’attaccante era ormai inevitabile, Mandzukic da settembre viveva da separato in casa in attesa di una nuova sistemazione. La rottura tra il giocatore e la dirigenza bianconera sarebbe dovuta al rifiuto di lasciare Torino in estate, con Bayern, United e PSG pronti ad acquistarlo.

RETROSCENA – Nei giorni scorsi Tuttosport ha riportato un retroscena relativo al club parigino. Per Mandzukic si era mosso in prima persona Leonardo, direttore sportivo del club. Peccato che il croato non gli abbia aperto nemmeno la porta lasciando il dirigente sotto casa senza ascoltare la sua proposta.

LE PAROLE DI PAVAN – Sulla questione si è espresso anche Massimo Pavan, noto giornalista vicino alle vicende juventine. Ecco un estratto delle dichiarazioni rilasciate a Radio Bianconera:

“Su Mandzukic credo ci sia sotto qualcosa, credo magari qualche rifiuto o qualcosa d’altro, se no non si capisce perché il croato non abbia salutato il Presidente, si poteva gestire tutto meglio”.