ESCLUSIVA-Manuel Di Bernardo:” I miei tatuaggi sono frutto della rappresentazione di alcuni momenti significativi della mia vita”

0
Manuel Di Bernardo

In esclusiva per Dailynews24 il modello Manuel Di Bernardo.

Ci racconti chi Manuel di Bernardo

Sono un ragazzo di 22 anni e come molti con la passione del calcio che ho praticato a livello agonistico per 14 anni.

Che cosa l’ha spinta a intraprendere la carriera di modello?
A seguito di un infortunio sul campo sono stato costretto alla difficile scelta di lasciare il calcio accettando l invito di un amico a partecipare alle selezioni di un concorso di bellezza.
Poi l’interesse che ho sempre avuto per la moda, mi ha spinto ad iniziare questo difficile percorso di modello.

Nel 2016 è stato proclamato il Più Bello d’Italia. Ci racconta quell’esperienza e cosa l’ha spinta a partecipare.
Mi ha spinto a partecipare Raoul Morandi, talent scout e responsabile per il Lazio del concorso stesso. Ho partecipato pensando soltanto di divertirmi in una nuova esperienza.
La vittoria è stata inaspettata e quindi davvero molto emozionante.

Che cosa rappresentano i tatuaggi per lei, e ne ha uno a cui è particolarmente legato?
I miei tatuaggi sono frutto della rappresentazione di alcuni momenti significativi della mia vita. Sono più legato a quello sul braccio sinistro in quanto rappresenta la mia famiglia anche se quello che mi piace di più esteticamente è quello sul fianco destro.
Quali sono le sue passioni?
In un angolo di cuore ancora il calcio e poi la moda ma ovviamente anche le donne!
  
Che rapporto ha con i social network?

Grazie ai social networks posso avere amici dell’intero pianeta. Questo ovviamente mi gratifica moltissimo!

Una domanda che tutte le sue fan si chiederanno. È single? Come deve essere la sua donna ideale?
Sembrerà incredibile ma tra una storia ed un’altra,  riesco perfino ad essere single!
Non ho una donna ideale ma un ideale di donna è che deve essere realmente innamorata di me, nella concretezza dei fatti e non soltanto nelle parole!

Quali sono i suoi progetti futuri?
Ho imparato che parlare dei progetti non porta bene quindi preferisco concludere questa simpatica intervista dicendovi che a piccoli passetti e con l’umiltà già dimostrata in diversi ambiti, continuerò il percorso di crescita professionale con l’entusiasmo che mi ha sempre accompagnato.

Gallery Manuel Di Bernardo