Quando Maradona disse: “Magari la Juve ha bisogno di qualcuno. Io sono qui”

0
Diego Armando Maradona fonte foto: Di Armando Tovar from Mexico City, MX - Maradona, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=2163720

Diego Armando Maradona fu vicino al trasferimento alla Juventus. Il Pibe de Oro, che mercoledì 5 luglio 2017 ha festeggiato la cittadinanza onoraria di Napoli, minacciò la squadra partenopea di andare alla Juventus. Come praticamente ha fatto Higuain, che lo stesso Maradona ha criticato pesantemente.

L’ex calciatore argentino, probabile nuovo testimonial di Pro Evolution Soccer, disse testualmente, nel 1992, “magari la Juve ha bisogno di qualcuno. Io sono qui, basta metterci d’accordo perché sono proprietario del mio cartellino“. Le parole sono trascritte nero su bianco nel libro di Raffaele Nappi (classe 1990) dal titolo “Il Pibe de Oro” (editore Pironti) che ripercorre le maggiori vicissitudini che hanno visto protagonista proprio Maradona. L’anticipazione è stata pubblicata da “Il Mattino” cartaceo del 17 maggio 2017 ma è passato in sordina. Certo, c’è da dire che in quell’anno i rapporti tra la dirigenza del Napoli e Maradona non furono affatto buoni e si era nel pieno delle suo rapporto discusso (e discutibile) con la droga. In ogni caso, però, la storia ha parlato chiaro: Diego Armando Maradona ha fatto la storia del Napoli e del calcio mondiale ed è ormai un’icona di un Napoli vincente. Con il senno di poi, però, meglio per lui che la sua “minaccia” non sia andata a buon fine perché Napoli è una città che, calcisticamente parlando, non ammette tradimenti e l’affetto (a dire il vero forse scemato considerando che mercoledì 5 luglio in Piazza del Plebiscito c’erano soltanto 10mila persone) che i tifosi partenopei riservano ogni giorno all’argentino, probabilmente non sarebbe tale se nel 1992 Maradona fosse passato dalle parole ai fatti.