giovedì, Luglio 25, 2024
HomeSportMotoriMarc Màrquez subito in testa nelle libere 1 in Germania

Marc Màrquez subito in testa nelle libere 1 in Germania

Con il vecchio telaio Marc Màrquez torna alle vecchia abitudini. Il pilota catalano chiude al comando la prima sessione di prove libere sul circuito tedesco del Sachsenring precedendo Valentino Rossi che, per l’intera sessione si è conteso la leadership proprio con Màrquez e a tratti alterni anche con il compagno di box Jorge Lorenzo. Abile a strappare il terzo posto nel finale della sessione Scott Redding, che ha preceduto Daniel Pedrosa e un ottimo Johnny Hernandez. Andrea Dovizioso, dopo un avvio di sessione abbastanza travagliato, ha concluso con un ottimo sesto tempo dimezzando il distacco dai rivali mentre Lorenzo, dopo una partenza al vertice ha perso terreno chiudendo dietro al pilota Ducati. Aleix Espargarò in sella alla sua GSX-R con la nuova livrea per celebrare i suoi primi trent’anni, insieme a Crutchlow e Iannone hanno completato la top10. Anche Andrea Iannone come Dovizioso ha avuto un avvio difficile in questa prima sessione come per è accaduto a Vinales che si trova abbastanza in difficoltà su questo tracciato decisamente stretto e tortuoso. Osservati speciale della giornata sono stati Corti e Laverty, sostituti di Bradl e Melandri, che hanno preso confidenza con pista e moto mantenendo però la linea del lavoro come se fossero già piloti esperti di tracciato e moto in questa configurazione, e quindi si è lavorato da subito in ottica gara. Bridgestone in questo GP ha messo a disposizione dei piloti una gomma asimmetrica anteriore, con un compound più morbido a destra (ci sono solo 3 curve) e una compound più duro a sinistra: solo Marc Màrquez e Hector Barberà hanno già testato la gomma, rilevando un buon feeling specialmente nel secondo settore, probabilmente gli altri piloti testeranno la gomma questo pomeriggio. Anche in MotoGP si sono presentate delle cadute, due per la precisione: Pol Espargarò ha letteralmente distrutto la sua M1 alla curva11 mentre è andata decisamente meglio ad Alvaro Bautista che se l’è cavata con una semplice scivolata alla curva11.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME