Esclusiva, Mario Montani: ” Vi svelo in anteprima che sarò alla Milano Fashion Week”

Dailynews24 ha intervistato per voi l'influencer Mario Montani, che presto sarà presente alla Milano Fashion Week

0
Mario Montani
ph Carlo Mottola

In esclusiva per Dailynews24 l’influencer Mario Montani.

Ci racconti chi è Mario Montani
Bella domanda. Potrei scrivere un libro su chi è Mario.
Mario è una luce che brilla ancora dopo diversi periodi di buio. Si, sono proprio io. Sono di Bari, ho 23 anni e faccio diversi lavori. Dal panettiere all’Influencer, ho avuto un’adolescenza abbastanza difficile.

Ho dovuto combattere con i miei demoni interiori e le mie ansie. Non è stato facile. Ma oggi sono sicuramente una persona migliore. Sicuro delle mie scelte, sono un sognatore, non uno qualunque. Uno che sogna e poi va a raggiungere tutto ciò che ha immaginato. Non mi piace stare fermo, ho sempre voglia di fare e dare il meglio di me, pur avendo un risultato negativo, l’importante è che io torni a casa soddisfatto e sicuro di aver dato il massimo, anche se ogni volta si può fare meglio. Sono caduto mille volte nella mia vita, ma mi sono sempre rialzato da solo, senza l’aiuto di nessuno ed è proprio questo che vorrei la gente capisse: da terra ci si deve rialzare con le proprie forze, senza aggrapparsi sempre a qualcuno. Si nasce da soli e si combatte da soli, a prescindere dagli obiettivi. Odio chi rimanda tutto a domani. Perché domani è già tardi. Le cose non cambiano se restiamo seduti sul divano a guardare una serie tv su Netflix. Bisogna vestirsi, ma vestirsi bene, ovunque si vada e recarsi dinanzi agli obiettivi e dire: io sono pronto.

Che ruolo hanno gli influencer nella società di oggi? Ti definiresti un influencer?
Oggi il termine Influencer è sicuramente fra i più diffusi. Nel corso degli anni c’è stata un grande crescita ed un numero elevato di persone, come me, che ha deciso di intraprendere questa strada. L’Influencer ha un ruolo ben definito. Sponsorizzare quello che l’azienda gli offre e cercare di, appunto, influenzare più gente possibile. Bisogna cercare di essere molto originale affinché la gente ti prenda come punto di riferimento e dica: “voglio anche io questo orologio” ad esempio. Bisogna valorizzare il più possibile il prodotto assegnato perché se l’azienda ti ha scelto, vuol dire che ha visto in te del potenziale. Quindi cosa fondamentale è rispettare l’accordo definito e renderla soddisfatta della scelta. Mi definisco un Influencer perché, sicuramente grazie al duro lavoro che ho fatto (e che faccio tutt’ora) e grazie alla gente che mi segue con costanza, che ringrazio e ringrazierò sempre, sono riuscito a farmi notare da diverse aziende che mi hanno dato la possibilità di lavorare in questo settore. Non è stato per niente facile, ma passo dopo passo ho capito chi sono e cosa voglio e ho cominciato a camminare per questa strada, che da sempre mi ero prefissato.

C’è un brand con cui vorresti collaborare in futuro?
Assolutamente si. Ci sono diversi brand con cui vorrei collaborare in futuro. Se dovessi scegliere ora direi: Marcelo Burlon. Per me il suo stile è strepitoso.

C’è una meta turistica o meno che ti piacerebbe visitare prossimamente?
Vorrei visitare quanti più posti possibili. Tipo uscirei di casa e rientrerei soltanto dopo aver fatto il giro del mondo. Ma fra i miei obiettivi principali c’è quello di andare a New York. È il mio sogno sin da quando ero bambino.

Se dovessi descriverti con tre aggettivi, quali useresti e perché?
Partiamo dal presupposto che tre aggettivi, per descrivermi, sono pochissimi. Testardo: perché non mi sposto mai dalle mie idee, pur ascoltando consigli altrui, devo fare sempre tutto a modo mio e penso sia la cosa più giusta, perché se sbaglio, almeno sbaglio con la mia testa. Perfezionista: devo sempre avere tutto in ordine. Non mi piace il disordine, mi confonde e mi innervosisce. Ogni cosa deve stare al proprio posto. Buono: vedo sempre del bene in tutto. Anche se qualcuno mi ha fatto del male, non riesco ad essere cattivo e non sempre è un bene, perché la maggior parte delle volte se ne approfittano. Ma sono del parere che se bene fai, bene riceverai. Questo l’ho imparato apprezzando quello che non mi piaceva di me ed infatti sono riuscito a guardarmi con occhi diversi e ad accettarmi. Poi c’è già tanta cattiveria nel mondo in generale, ogni giorno si sentono tragedie e innumerevoli problemi, non sempre gestibili, a che serve essere cattivo?

Quali sono le tue passioni?
Ho molte passioni. Una è la passione per la moda, come già si è capito. Inoltre sono un super fan della musica. “Portami ad un concerto ed io sarò felice”. Il mio tempo libero infatti lo passo con lo stereo al massimo del volume e mi aiuta molto, sopratutto quando sono giù di morale. Mi piace viaggiare, scoprire posti nuovi, nuove abitudini. Almeno una volta al mese, infatti, devo evadere dalla mia città per respirare. Non che io non stia bene nella mia città, anzi, ma la monotonia mi angoscia e poi chi direbbe di no ad un weekend fuori casa?

Qual è il tuo sogno nel cassetto?
Ho due sogni nel cassetto. Ripagare la mia famiglia, dopo tutti i sacrifici che hanno fatto e fanno tutt’ora affinché io raggiunga i miei obiettivi. Una cena a lume di candela con Ariana Grande.

Quali sono i suoi progetti futuri?
Questa è una domanda che farà scoprire ai miei amici di Instagram, quello che da mesi sto
nascondendo. Sarò presente alla Milano Fashion Week e sono così emozionato al solo pensiero. Ho deciso di aggiungere questa nuova esperienza nel mio bagaglio di vita. È sempre stato un mio desiderio ed è arrivato il momento di realizzarlo. Non vedo l’ora di mostrare tutti gli outfit che ho preparato per questo grande evento.

Gallery Mario Montani