sabato, Luglio 20, 2024
HomeAttualitàSvolta verde in Marocco, arrivano le moschee eco-friendly

Svolta verde in Marocco, arrivano le moschee eco-friendly

Svolta verde in Marocco. Il governo di Rabat ha varato un ambizioso piano di riconversione energetica, che renderà seicento moschee totalmente eco-friendly. Il fabbisogno dei luoghi di culto, infatti, verrà soddisfatto da impianti led e fotovoltaici.

Il progetto, in collaborazione col governo tedesco, è stato elaborato dal Ministero per gli Affari Islamici, il quale pagherà il 70% dei costi iniziali dell’investimento; mentre la Germania si occuperà principalmente di offrire supporto tecnologico. I primi lavori avverranno in cento moschee di grandi città come Rabat, Casablanca, Fez e Marrakech. Successivamente, altri cinquecento luoghi di culto verranno adeguati alle nuove norme, in un lasso di tempo di quattro anni, che dovrebbe scadere a Marzo 2019. Hakima El Haite, Ministro dell’Ambiente del paese del Maghreb, ha così commentato la notizia:“Per i paesi islamici è molto importante tornare alle tradizioni, ricordando che noi esseri siamo minuscoli in confronto alla terra. Dobbiamo proteggerla e tentare di salvare l’umanità”.

Questa imponente opera di rinnovamento andrà a tagliare del 40% il consumo di energia nei luoghi di preghiera e creerà centinaia di nuovi posti di lavoro. Ci si aspetta inoltre che, create le competenze in territorio marocchino e avviati questi primi lavori, le amministrazioni locali e i privati seguano la spinta innovatrice e adeguino gli edifici pubblici e residenziali ai nuovi standard.

Negli ultimi anni, il Marocco si sta mettendo in evidenza per la sua capacità di pensare e progettare il proprio futuro in armonia con l’ambiente. Il paese ospita il più grande impianto ad energia solare del mondo (attivo da Febbraio 2016) e tra i suoi obiettivi c’è quello di ottenere, entro il 2030, il 52% del proprio fabbisogno energetico da energie rinnovabili.

A novembre, si terrà a Marrakech il COP22, ovvero la ventiduesima conferenza mondiale sul clima, che avrà come principale argomento l’attuazione (e il miglioramento) dell’Accordo di Parigi (recentemente ratificato anche da Stati Uniti e Cina).

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME