Martedì mattina nel quartiere “Testaccio” è apparso la targa “Piazza Francesco Totti, VIII re di Roma”

0

Martedì mattina in una piazza del quartiere “Testaccio”, luogo in cui ci sono soltanto tifosi della Roma, su un paletto è apparso una targa sui cui c’è scritto “Piazza Francesco Totti, VIII re di Roma”. La targa, ovviamente coperta da un adesivo, è quella che si trova nei giardinetti di piazza Santa Maria Liberatrice. Non è un caso che sia stata coperta la targa della piazza del rione romano: infatti quella è una zona dove sono presenti la tifoseria più “calda” del club giallorosso, una tifoseria, che ad appena due giorni dall’addio al calcio giocato del capitano e bandiera Francesco Totti, non smette di dimostrare il suo attaccamento e affetto ad un capitano che ha dato tanto alla propria squadra del cuore deliziando i propri tifosi con giocate e goal che rimarranno per sempre leggendari come il suo nome.

Sempre nella capitale, però qualche ora prima, a Porta Metronia (nel quartiere dove e nato e cresciuto), è apparso un “Murales” in bianco e nero raffigurante “el pupone” girato di spalle con una dedica sul quale c’è scritto “A difesa di un amore eterno”.  Quindi dopo un primo murales apparso soltanto più di dieci anni fa nel quartiere del Rione Monti quando la Roma festeggiava il suo terzo e ultimo scudetto e dopo quello apparso sempre nel suo quartiere di nascita su una delle facciate della scuola “Pascoli”, continuano gli omaggi da parte dei tifosi giallorossi che non smetteranno mai di seguire e “amare” il proprio capitano, ma in effetti come possono dimenticarsi di una “leggenda” il quale ha vestito per più di vent’anni la stessa maglia rifiutando le proposte di squadre più forti. Sarebbe umanamente impossibile da immaginarselo e “folle” da pensarlo.