Matera e la sua candidatura vincitrice a capitale europea della cultura 2019

0

Matera capitale europea della cultura 2019,

vince sorpassando in finale Ravenna, Perugia,Siena, Lecce e Cagliari che insieme a Plavdiv (cittadina della Bulgaria) condividera’ quest’onore.Per tanto tempo la citta’ di Matera e’ stata considerata vergogna nazionale,tanti sono infatti i documentari degli scorsi decenni che la vedono in decadenza e rovina quasi dimenticata dall’Italia stessa.

Dagli anni 50 in poi Matera comincia a vedere la luce e diventa un importante luogo di innovazione,di attrazione per grandi cineasti ed artisti, i sassi “disabitati” diventano palcoscenico per grandi film quali “la Lupa” di Lattuada, “Vangelo secondo Matteo” di Pasolini e cosi via ma anche di una feconda ibridazione tra le risorse locali e personalita’ esterne che fanno rilucere la cittadina.

Citta’ che vista dall’alto ha un aspetto morbido quasi assopito, netto e forte il contrasto dell’organizzazione urbanistica, strade, cunicoli sotterranei e non, pietre, case bianche addossate l’una all’altra, un territorio storico dell’Italia ricco di contenuti architettonici e culturali che ha avuto grosse ricadute turistiche, questa nuova fase che punta ad attrarre continuamente talenti culturali, economici  e tecnologici e induce a pensare la possibilita’ che questa tipologia di citta’ possa diventare modello in Europa,nel Mediterraneo, Asia e Africa.

Una citta’ che ha saputo reagire e poi trasformarsi guardando al futuro con fiducia, diventando uno spazio aperto dove da tutta Europa si puo’ arrivare a produrre momenti di alta cultura in maniera semplice.

Matera luogo speciale e meraviglioso, dove le sensazioni si possono toccare, dove i pensieri nascono e prendono corpo attraverso il ciclo degli elementi naturali, luce e tenebre,silenzi e musiche,profumi e sapori…. l’uomo e la natura hanno un patto indissolubile fra le grotte scavate e l altopiano dominante senza soluzione di continuita’…

Matera luogo di cultura arte e conservazione.