ESCLUSIVA- Mattia Galeazzi:” Lasciamo i sogni nel cassetto perché aiutano la mente a non spegnersi mai”

0
Matteo Galeazzi
Matteo Galeazzi, foto by Andrea Milano

In esclusiva per Dailynews24 l’influencer Mattia Galeazzi.

Ci racconti chi è Mattia Galeazzi
Chi è Mattia Galeazzi non banale come domanda. Nasco a Como il 12 aprile 1984 da due splendidi genitori Mario e Anna che non smetterò mai di ringraziare per come mi hanno cresciuto.
Mamma è titolare di un negozio di parrucchiere e papà maresciallo della guardia di finanza. Sono cresciuto tra casa e negozio, ogni tanto non lo nego venivo impiegato per fare lo shampista o togliere i bigodini dalle teste delle clienti che mi hanno visto crescere.
Dopo le medie decido di iscrivermi all’istituto Pascoli di Como come operatore turistico, terminate con successo le superiori decido di dare un seguito agli studi iscrivendomi a Scienze del turismo indirizzo management presso l’insubria di Como.
Terminata la laurea triennale ho fatto diversi lavori dal postino al receptionist di hotel prima di arrivare ad essere assunto nell’agenzia viaggio, Immagini dal mondo di Chiasso,in Svizzera dove lavoro attualmente da circa 8 anni. Il primo turista devo essere io per proporre al meglio la giusta consulenza al cliente.

Sei una amante dei viaggi, ci racconti il posto più bello che hai visitato e quello che visiterai prossimamente?
Viaggiare è una cosa unica al mondo, ti consente di vedere culture posti persone differenti e anche se è la solita frase fatta quando si torna da un viaggio non si è gli stessi di come siamo partiti perché inevitabilmente siamo arricchiti da ciò che abbiamo visto, provato e conosciuto.
Il posto più bello che ho visitato è stata la Thailandia, in un tour tra le isole KO Samui e KO panghan con arrivo a Bangkok.
Per i progetti futuri ho due viaggi in cantiere entrambi self drive, uno è l’ “american dream” il sogno americano, la costa ovest con i parchi, l’altro è la Namibia per vivere di persona una delle più belle sensazioni che l’uomo possa provare tra distese infinite, tramonti da togliere il fiato stando a contatto con gli animali che si vedono solo in tv dormendo nei campi tendati.

Quali sono le tue passioni?
Diciamo che le mie passioni sono gli sport, ho sempre praticato il calcio sin dall’età di 5 anni per smettere ai 30 anni con un crociato rotto e sistemato. Fermo non so stare, alla sera dopo il lavoro ho il bisogno di scaricarmi dalla giornata, per questo mi butto in palestra alternando con un po’ di nuoto.
Fondamentalmente sono un ragazzo semplice che si diverte con poco senza andare alla
ricerca di chissà cosa.
Se me la concedi come passione la moto, durante in periodo estivo è un piacere fare passeggiate costeggiando in lago.

Che rapporto hai con i social network?
Fino a dicembre il mio rapporto con i social era quello che tutti hanno, ovvero postare foto di selfie, cene con gli amici, vacanze e foto divertenti, collage di foto e vie dicendo. Un giorno parlando con mio cugino anche lui molto seguito Matteo Ciuffo, mi sono detto perché non ribaltare a mio favore l’uso dei social, cercando di ritagliarmi uno spazio tra i tanti influencer, in particolare su Instagram.
Così con l’amico fotografo Andrea Milano ci siamo messi a rivedere il mio profilo, facendo solo scatti di qualità, che sin da subito sono stati ripagati con like e nuovi followers. Il feed back quasi immediato è stato quello delle sponsorizzazioni che evidentemente in me hanno trovato un volto sul quale fare affidamento.

Una domanda che tutte le tue fan si chiedono è: Sei single? Quali caratteristiche deve avere la tua persona ideale?
Questa domanda mi fa sorridere. Ti ringrazio che parli di fan, mi sembra eccessivo, si ad ogni modo sono single. Spero che un giorno arrivi la persona con la quale dopo aver condiviso come coppia possa arrivare il momento di costruire una famiglia.
La mia donna ideale, visto la mia altezza preferisco le donne alte, se devo dirti le caratteristiche mi piacerebbe una persona con un fisico sportivo ma tutto questo dev’essere, passami il termine, amalgamato da un ottima intesa perché oggi come oggi non è facile come dico sempre io si deve fare un passo indietro per venirsi incontro.

Qual è il tuo sogno nel cassetto?
Non parlerei di sogni ma di desideri, mi sono tolte molte soddisfazioni ma non mi sento arrivato sotto nessun punto di vista.
Poi i sogni aiutano a vivere meglio, allora ti dirò che lasciamo i sogni nel cassetto perché aiutano la mente a non spegnersi mai.

Quali sono i suoi progetti futuri?
I miei progetti futuri riguardano i viaggi, poi ho imparatoche guardare troppo in avanti non va bene.
C’è il rischio di rimane delusi, per cui cerco di vivere giorno dopo giorno vedendo il bicchiere mezzo pieno.