ESCLUSIVA-Matteo Santoro:”Mi piace molto visitare le città ed i monumenti, perdermi tra le vie, andare nei musei, ovviamente fare tante foto ricordo “

0
Matteo Santoro
Matteo Santoro

In esclusiva per Dailynews24 l’ingegnere e blogger Matteo Santoro.

Ci racconti chi è Matteo Santoro
Ciao, sono Matteo, ho 28 anni (compiuti a Febbraio) e sono nato e cresciuto a Salerno. I miei genitori (mio padre Ing. Elettronico e mia madre professoressa di Inglese) mi hanno permesso di condurre un’adolescenza e gli anni universitari in maniera “agiata”, non facendomi mancare mai nulla ed impartendomi sani principi, che seguo tutt’ora. Se oggi sono così, lo devo interamente a loro. Ho inoltre una sorella più grande, sposata da poco, che vive in provincia di Siena (ingegnere anche lei!)

Nel 2014, all’età di 25 anni, dopo aver vissuto 6 mesi in Svezia per il progetto Erasmus, durante il quale ho preparato la mia tesi magistrale, mi sono laureato all’Università degli Studi di Salerno in Ingegneria Meccanica col massimo dei voti e la lode. Ciò, insieme anche ad una conoscenza professionale della lingua inglese, mi hanno permesso di trovare lavoro, dopo appena 1 mese dalla laurea, all’interno di una grossa azienda automotive a Bologna. E’ per questo motivo che mi sono trasferito, lasciando i miei genitori, la mia città natale a cui sono tutt’ora tanto legato, gli amici di sempre e la mia comitiva universitaria ed anche l’amore. Il trasferimento all’inizio è stato un pò turbolento: la convivenza con altri 2 coinquilini, la mancanza  dei miei cari, la prima esperienza lavorativa, un ambiente ed una città totalmente nuovi. Ciò nonostante, questo “smarrimento” è durato ben poco. Bologna mi ha accolto benissimo: è una città che amo (manca soltanto il mare), con i suoi portici, le sue viuzze, un fascino unico che mi ha subito colpito, unito all’efficienza di tutti i servizi e le infrastrutture qui presenti. Ho subito stretto amicizie (il mio migliore amico vive qui) che mi hanno permesso di conoscere al meglio questa città e quanto offre questa terra.

Da qualche mese ho tuttavia cambiato lavoro. Attualmente sono all’interno di una delle più grandi multinazionali del tabacco, con sede a Bologna, occupandomi di tutto ciò che concerne la manutenzione di macchinari industriali. Il mio nuovo lavoro è molto sfidante, dinamico, stimolante e sono molto contento di far parte di questa realtà. Come si è ben capito da queste poche righe, sono una persona molto determinata, tenace, se mi pongo degli obiettivi, metto tutto me stesso pur di raggiungerli. Tuttavia non mi accontento mai, cerco di fare sempre meglio e di guardare chi sta avanti me, e mai alle spalle, per essere ogni volta più spronato. Mi reputo molto intraprendente, attivo, volenteroso. Tanto per far un esempio: fino all’età di 17 anni ero un ragazzo in sovrappeso.

Successivamente, la costanza nell’andare in palestra ed una corretta alimentazione, mi hanno permesso di trasformare radicalmente il mio corpo. Non è stato semplice, ma non mi sono mai arreso. Stesso discorso potrei farlo per lo studio (Ingegneria è davvero tosta ed ho fatto tanti sacrifici) o per il lavoro (entrare a far parte di una grande multinazionale equivale ad aver svolto almeno 2 colloqui in inglese ed un assessment center). Una delle frasi che da sempre mi accompagna è: “Non è forte chi non cade mai, ma chi cadendo ha la forza di rialzarsi”!.

Mi piace fare mille attività, non star mai fermo un attimo, imparare continuamente, esser in grado di partecipare a discussioni molto varie e dire la mia, conoscere tanti posti nuovi, esplorare, mettermi di continuo alla prova su più fronti. Allo stesso tempo sono anche un ragazzo timido, molto riservato, discreto.

Ultima cosa: mi piace tanto scherzare, ridere, “ridere sempre” è un altro mio motto.

Lei è un ingegnere ma si presta a posare come modello, cosa le piace di più dell’essere un modello?
Nei primi mesi dell’anno scorso, ho deciso di iscrivermi ad Instagram, social network che già tanti amici utilizzavano, ma che non aveva mai attirato più di tanto la mia attenzione. L’intenzione iniziale era quella di condividere un ricordo per ogni città visitata (amo molto viaggiare). Dopo qualche mese dall’iscrizione, mi giunge la proposta da parte di un fotografo professionista, abbastanza “seguito” su Instagram, di fare “qualche scatto”. Dopo un mio iniziale rifiuto dettato dalla mia timidezza , mi sono fatto convincere, per provare qualcosa di nuovo. E sono tanto contento di aver seguito il mio istinto e di aver fatto questa esperienza. L’ho sempre presa un pò come un gioco ed ogni volta mi diverto sempre tanto.

Mi son trovato subito a mio agio di fronte l’obiettivo, superando ben presto la timidezza iniziale. Da quel momento, sono arrivate tante altre proposte di shooting fotografici. Insieme con il fotografo scegliamo sempre delle location particolari, che possono essere palazzi abbandonati, ville o la natura incontaminata. A seconda delle ambientazioni, varia l’outfit. L’obiettivo che mi pongo è sempre quello di essere me stesso totalmente, ma soprattutto di divertirmi. Riesco ad assumere varie espressioni, da uno sguardo serio e penetrante ad un bel sorriso smagliante e ciò mi diverte tanto. Non nascondo che mi piace posare ed essere fotografato.

C’è un luogo in particolare che le piacerebbe visitare e perché?
Partiamo dal presupposto che amo viaggiare, tanto. Mi piace molto visitare le città ed i monumenti, perdermi tra le vie, andare nei musei, ovviamente fare tante foto ricordo! Ho avuto la fortuna di vivere nel Nord Europa, vedendo città come Stoccolma, Oslo, Copenaghen, tutte bellissime, ma son stato anche tra i fiordi norvegesi, ho scalato un ghiacciaio ed ho assistito all’aurora boreale. Mi mancano da vedere ancora tantissime città europee e non solo, ma credo che il mio sogno sia quello di andare negli U.S.A. Città come New York, Los Angeles, Las Vegas.. l’ho sempre viste soltanto nei film e telefilm o descritte da amici che ci sono stati e spero ben presto di poter esaudire questo mio desiderio. Forse ciò che più mi affascina del Nord America sono i paesaggi e le città molto diverse da quelle europee e la volontà di guardare con i miei occhi questo “potere” americano.

Quali sono le sue passioni?
Beh che dire, amo curare il mio corpo e per far ciò oltre ad una corretta e sana alimentazione, come tutti ben sanno, è necessario lo sport. Vado in palestra regolarmente almeno 4 volte a settimana. E’ qui che mi sfogo dopo le dure giornate lavorative, dove stacco completamente il cervello per almeno una buona oretta, ascoltando la musica nelle cuffie e dando il massimo in ogni esercizio. Naturalmente quando il clima è più mite e caldo, amo praticare anche footing. Ma oltre il body building, mi piace lo sport in generale. Ho praticato diversi anni pallavolo (sono arrivato a giocare nella nazionale under 16 maschile italiana), dovendo poi abbondare con grande rammarico questo sport all’età di 18 anni, non riuscendo a conciliare le tante ore di allenamento e le partite nei vari campionati con lo studio. Attualmente, capita spesso di organizzare delle partite di volley o beach-volley con gli amici.

Amo gli sport di squadra, quindi anche il basket, mentre il calcio non è mai stato il mio forte (lo seguo ma non gioco). C’è poi il mondo dei motori (ho una moto giù a Salerno ed un SH150 qui a Bologna, ): la domenica se sono a casa cerco sempre di guardare la Formula1 e la MotoGP.

Un’altra mia grande passione è senza dubbio viaggiare, come già detto. Appena posso e soprattutto quando son riuscito a racimolare qualche soldo, parto, anche solo per un weekend, per visitare città nuove e vedere nuovi posti. Nel mio tempo libero cerco poi di non trascurare mai gli amici. Durante la settimana ceno spesso con loro, andiamo di frequente al cinema (amo i thriller e gli horror) ed anche a ballare in discoteca, o semplicemente usciamo per un drink. Spesso mi capita nei weekend di andare a trovare vari amici sparsi per l’Italia, in modo da poter trascorrere del tempo con loro.

Infine, amo naturalmente ascoltare la musica (mi piacciono i Coldplay e Rihanna come cantanti stranieri, i Negramaro, Giorgia e Tiziano Ferro in Italia).

Che rapporto ha con i social network?
Considero i social network come un’arma a doppio taglio, ma un pò come tutte le cose, dipende sempre dall’uso cui una persona decide di farne. Fino a l’anno scorso utilizzavo principalmente Facebook, come mezzo per condividere qualche foto ogni tanto, postare delle canzoni che riflettevano un pò il periodo che stavo attraversando. Non amo, invece, condividere miei pensieri o mie opinioni pubblicamente. Poi da un annetto è subentrato anche il sucitato Instagram. Attualmente ne faccio sicuramente un uso quotidiano, ma pur sempre moderato. Certo, questo social si basa esclusivamente sulle immagini e sulle fotografie, ma in fondo è un mondo che mi piace. Quindi nelle pause a lavoro, o comunque la sera prima di andare a dormire o nei momenti di relax, lo utilizzo, anche se non amo postare foto ogni giorno oppure condividere storie (piccoli video in tempo reale) molto frequentemente.

Un altro social network che uso spesso è Linkedin, ma esclusivamente per scopi lavorativi.

Una domanda che tutti i suoi fan si chiedono. E’single? Quali caratteristiche deve avere la sua persona ideale?
Ebbene sì, al momento sono single! Quindi fatevi anche avanti! Scherzi a parte, ho avuto 2 grandi storie fin ora nella mia vita. Una un pò lunghetta (durata quasi 7 anni!) che risale ai tempi del liceo/università. Ho vissuto degli anni stupendi e sono ancora in contatto con questa persona, seppur attualmente fidanzata. Ed un’altra più recente, molto importante, forse troppo. A dir la verità ci penso ancora spesso, anche se da quando mi son lasciato è passato ormai più di un anno. E’ durata circa 1 anno e mezzo e ci ho sofferto dopo un bel pò. Le strade purtroppo si son separate principalmente a causa della lontananza.

In questo momento non ho nessuna persona al mio fianco e forse sto bene così. Non sono vincolato, mi godo un pò di libertà che non ho mai vissuto e gli amici, anche se fondamentalmente penso che per il carattere che ho, sono portato a star con qualcuna e condividere la mia vita con questa persona. Sicuramente, per colpirmi, deve essere molto easy, tranquilla, ma soprattutto le deve piacere scherzare. E’ molto importante per me questo. Beh ovviamente intelligente, intraprendente e mooolto paziente con me, che ho un carattere a volte un pò difficile! L’aspetto esteriore passa in secondo piano se ci sono qualità come la simpatia e l’esser spigliati.

Quali sono i suoi progetti futuri?
Ho tanti progetti, tanti sogni, tanti obiettivi. Quello principale è sicuramente di poter crescere quanto più possibile ed imparare all’interno dell’azienda dove lavoro attualmente. Poter fare carriera per occupare magari una posizione con importanti responsabilità. Senza dubbio è un obiettivo molto sfidante, ma mi piacciono le sfide e mettermi alla prova e sono sempre molto determinato in ciò che desidero realmente.   E’ in previsione nei prossimi mesi di comprare un bell appartamento qui a Bologna, poi chissà, magari il lavoro o anche l’amore potrebbero portarmi altrove.
Attualmente diciamo che sto vivendo un periodo un pò di transizione, per cui conto a stabilizzarmi su vari fronti e trovare quella serenità e felicità che penso un pò tutti sono alla ricerca.
Grazie mille.
Matteo (Continuate a seguirmi su Instagram (teosa89))!!!

 

Gallery Matteo Santoro