Mecna torna con una doppia release che unisce rap e hip-hop

0
Fonte: immagine autorizzata alla pubblicazione da ufficio stampa Loud Promotion

Dopo il successo di “Neverland” (2019) album contenente singoli come l’omonimo “Neverland” “Si baciano tutti” – feat. CoCo e “Pazzo di te”, Mecna torna con una doppia release per Virgin Records (Universal Music Italia).

Inaspettata doppietta di Mecna che vede la pubblicazione di “Paura di me” e “Così forte”; due singoli che raccontano due facce della stessa medaglia. La nostra parte più debole che si unisce alla più forte; un brano (Paura Di Me) che volge lo sguardo al percorso di sperimentazioni e rinnovamento che si possono riscontrare negli ultimi lavori discografici e un altro (Così Forte) che fa riferimento al primissimo imprinting artistico del rapper pugliese.

Un percorso quello di Mecna che dal suo album d’esordio “Disco Inverno” (2012) non fa che raccogliere consensi con un crescendo di successo non solo tra il pubblico della scena rap ma anche tra i fruitori della musica mainstream. Dopo “Neverland” le aspettative erano decisamente alte e con questi due singoli, uniti a “Ho guardato un’altra” – già precedentemente uscita, non possiamo che rinnovarne l’apprezzamento.

Fonte: immagine autorizzata alla pubblicazione da ufficio stampa Loud Promotion

Due parti che si completano

“Paura di Me”, scritto a quattro mani con Davide Petrella, è un brano estivo accompagnato dal velo di malinconia, onnipresente nella scrittura di Mecna, che racconta un viaggio interiore alla scoperta di se stessi: imparare ad essere a proprio agio con la solitudine per poter stare bene con gli altri. La produzione è curata da Zef e Lvnar.

“Così Forte”, prodotta da Lvnar, è una dichiarazione d’amore ai fan della prima ora, a chi ha iniziato a conoscere e apprezzare il rapper per lo stile che lo ha reso incredibilmente riconoscibile fin dagli esordi. Le strofe nel singolo infatti riprendono il rap e le sonorità soulful che hanno segnato l’ingresso di Corrado nella scena rap e hip hop italiana e vogliono essere un tributo al momento in cui “tutto è iniziato”.