Meghan Markle: la sua famiglia continua a combinare guai

0
In foto, Meghan Markle: futura moglie del Principe Henry. (Fonte immagine: commons.wikimedia.org)

Fare parte della famiglia reale, più in vista, non è facile. E se alla miscela, si aggiunge anche qualche problema familiare, le cose si mettono decisamente male. Per Meghan Markle, non c’è un solo giorno di pace. 

L’attrice e new entry a Buckingham Palace, è sotto i riflettori per varie questioni. Una tra tante: la sua rabbiosa famiglia. I primi figli avuti da suo padre, non sono per niente riservati, anzi hanno la parlantina facile. Soprattutto, quando in ballo c’è la stampa e un po’ di visibilità. Inoltre, sono una famiglia che sa mettere in imbarazzo.

L’ultima arriva da Thomas, il fratellastro 51enne. Già noto alle cronache, quando ubriaco venne arrestato per aver puntato una pistola contro la fidanzata Darlene Blount.

La relazione della coppia è particolarmente aggressiva. La notte di Capodanno, il fratellastro di Meghan, è stato protagonista di una nuova lite. A finire in galera, questa volta, è stata Darlene. Accusata di aggressioni e violenza nei confronti del compagno e dei poliziotti intervenuti per sedare la rissa domestica esplosa poco dopo la mezzanotte.

Tutta colpa dello stress. Da quando mia sorella si è fidanzata con il principe, io e Darlene viviamo sotto la lente dei media. Bere ci aiuta ad alleviare la tensione.” Così si è giustificato l’uomo, che ha subito pagato la cauzione.

E dire che Samantha, l’altra sorellastra di Meghan Markle, aveva descritto la sua famiglia come umile e degna di partecipare alla vita di corte. I due fratellastri della fidanzata del principe Harry, avevano raccontato la gioia e la complicità che ha sempre caratterizzato la loro famiglia.

Ma a quanto pare, la Markle non è della stessa opinione. Meghan, pare abbia l’intenzione non solo di non invitare Thomas e Samantha a Windsor il 19 maggio. Ma di chiedere anche al padre di restarsene in America. E pare che la madre Doria, avrà il compito di portarla all’altare.