Messaggi whatsapp e telefonate, così Bonucci e Chiellini hanno dato vita all’accordo per tagliare gli stipendi

Bonucci e Chiellini sono stati gli artefici dell'accordo con la società

0
Leonardo Bonucci, fonte By Clément Bucco-Lechat - Own work, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=45172997
Leonardo Bonucci, fonte By Clément Bucco-Lechat - Own work, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=45172997

Il gesto dei giocatori della Juventus non è passato inosservato. La decisione dell’intera squadra e di Maurizio Sarri di rinunciare agli stipendi di marzo, aprile, maggio e giugno ha raccolto il plauso dell’ambiente sportivo e farà da modello per i club che avranno intenzione di seguire i bianconeri.

Tale soluzione permetterà alla società di Agnelli di risparmiare una cifra vicina ai 90 milioni di euro, rappresentando una boccata di ossigeno per il bilancio, che in questo periodo non potrà contare sugli incassi dello Stadium, sui proventi derivanti dai diritti televisivi e tanto altro.

ACCORDO – Artefici dell’accordo tra squadra e società Leonardo Bonucci e Giorgio Chiellini. Stando a quanto riporta La Gazzetta dello Sport, la Juventus nel momento di difficoltà si è affidata alla coppia di centrali, dotata di personalità, carisma e in grado di trascinare il gruppo.

In virtù dell’impossibilità di incontrarsi di persona, Chiellini e Bonucci hanno architettato l’accordo via whatsapp, con messaggi, audio e telefonate utili a far capire al gruppo la necessità di un’azione del genere.

I due hanno fatto da tramite tra società e squadra e sono riusciti a trovare l’intesa in tre giorni, compattando lo spogliatoio e raccogliendo univocità di consensi. Un gesto apprezzato in tutto il mondo dello sport.