Mihajlovic, ora Milan a tutta birra!

0

L’allenatore sostiene che la squadra con il Genoa giocherà una partita come tutte le altre. Il tecnico vuole le 3 vittorie consecutive. Ma ci sono da correggere gli errori. E bisogna essere più cattivi in difesa. Si limita a considerare che ci voglia solo un goal in più degli avversari. Inoltre non ha importanza la prossima sfida con l’Inter: non è meno importante delle altre partite. Poi dichiara che Balotelli debba avvicinarsi più all’area. E sulle sue condizioni non vuole sbilanciarsi, vuole aspettare.

Su De Jong poi sostiene che lo vuole utilizzare come mezzala perché serve da offensivo lì, semplicemente questo. Desidera inoltre arrivare tra le prime 3 nella vincita dello scudetto e tornare in Champions League. Ancora Montolivo aggiunge che: “Una cosa è cambiata, il modo in cui reagiamo ai gol subìti. Con l’Inter, Palermo e Udine abbiamo subito ripreso a giocare bene senza black out prolungati. Abbiamo grande voglia di rivalsa nei confronti di tutti dopo una stagione deludente”. E dice anche che tra poco gli interessi di ciò che pensa De Jong sul suo cambio di ruolo.

Ma pare che invece la partita abbia deluso, ed abbia vinto il Genoa. Non c’era molto da aspettarselo, però le “piccole”, o se non altro le “non troppo grandi”, stanno rimontando ed il campionato, anche se è lungo, lo sta dimostrando. Non vorremo fare gli “uccelli del malaugurio”, ma queste “squadrette” la stanno facendo vedere brutta alle grandi che pare non si siano assolutamente ricredute dei loro ruoli e stiano considerando un po’ tutto come se non le riguardasse la vittoria in sé, ma la partita come prestazione. Noi diciamo: purchè sia solo occasionale, dato che i risultati non si vedono: Juve docet. Non c’è che dire, le squadre più note sono del tutto fuori forma, pare, almeno così sembra ai meno esperti. Vedremo, allora, un campionato del tutto nuovo d’ora in avanti!