Milan, il Besiktas chiede 9 milioni per Sosa

0

L’unica mossa di mercato sin qui operata da Adriano Galliani in entrata è stato l’acquisto di Gianluca Lapadula. Purtroppo i tifosi rossoneri, così come Vincenzo Montella, non hanno potuto vedere all’opera l’ex bomber del Pescara in quanto fermato da un piccolo infortunio legato ad un ritardo nella condizione. L’attaccante ha concluso tardi la stagione avendo giocato, e vinto, i play-off di Serie B: è rimasto ad allenarsi a Milanello, mentre la squadra è volata negli Stati Uniti per giocare l’International Champions Cup.

L’operazione Lapadula è stata finanziata interamente dalla cessione alla Roma di Stephan El Shaarawy. Il riscatto pagato dai giallorossi è stato di 13 milioni di euro, di cui 9 sono stati investiti dall’a.d. milanista per l’unico rinforzo. Restano ancora circa 4 milioni, che Galliani vorrebbe reinvestire in un’altra operazione. Al momento la pista porta al fantasista 31enne José Ernesto Sosa. Ieri vi abbiamo riportato alcune novità che rimbalzavano sui siti turchi e poi successivamente è saltato fuori l’incontro ad Ibiza con Galliani.

Il Besiktas dopo aver proposto, invano, il rinnovo di contratto al calciatore, ha dato il via libera alla cessione. Con l’autorizzazione del governo, è stato dato il benestare a Sosa di andare a trattare con il Milan. El Principito ha espresso da tempo la sua volontà di trasferirsi in rossonero e probabilmente in merito al contratto da stipulare ci saranno difficilmente degli intoppi. Problemi invece che si presentano con il mancato accordo tra i due club sul cartellino.

I colleghi del Corriere dello Sport riferiscono che il club turco sembra non volersi muovere dalla richiesta di 8-9 milioni di euro. Il suo contratto scadrà nel giugno 2018: per questo e anche per l’età del calciatore, tale cifra non sembra convincere il club rossonero. Questi ultimi avrebbero avanzato ormai da tempo la propria offerta di 4 milioni di euro, praticamente  – aggiungiamo noi – i soldi che avanzavano dalla cessione di El Shaarawy di qualche settimana fa. Le parti si aggiorneranno forse già la prossima settimana e vedremo se riusciranno a trovare il giusto compromesso, magari con l’inserimento di qualche bonus legato a presenze, gol o altro.