martedì, Luglio 16, 2024
HomeSportCalcioMilan, Galliani prepara la scalata al Milan

Milan, Galliani prepara la scalata al Milan


Le notizie che arrivano dal fronte cinese sono sempre più caotiche e misteriose. Ecco perché, a meno di svolte imminenti, Fininvest dovrebbe a breve annunciare la chiusura negativa e anzitempo delle trattativa con Sino-Europe Sports, trattenendo almeno i 200 milioni di caparra già versati. Silvio Berlusconi terrebbe così il Milan nelle proprie mani, ma solo momentaneamente visto che il club resta sempre in vendita. Ecco dunque spuntare una clamorosa rivelazione del Quotidiano Sportivo, secondo cui una cordata davvero inaspettata starebbe pensando di acquisire le quote di maggioranza rossonere. A capo di tale gruppo ci sarebbe niente meno che Adriano Galliani, lo storico amministratore delegato del Milan pronto in questo caso a sfruttare le proprie conoscenze nel mondo calcistico ed imprenditoriale e dare una mano concreta al suo club.

Galliani vorrebbe convincere Renzo Rosso, patron del brand Diesel e style partner del club, ad investire nella società. Lo stesso imprenditore veneto è da sempre un tifoso accanito e di recente ha ammesso di sognare di entrare nel Milan. Rosso sarebbe il presidente di questa nuova società, coadiuvato da Galliani stesso e dagli appoggi che l’attuale a.d. milanista troverebbe nei fondi che gestiscono giocatori. Il nome forte è quello di Doyen Sports, già indicato in passato come advisor tecnico di Bee Taechaubol e guidato da Nelio Lucas, personaggio discusso che ha ottimi rapporti con Galliani. Questa società ha legami molto forti con Atletico Madrid, Benfica e Porto.

Ma si parla anche dell’agente Jorge Mendes, che potrebbe entrare in scena grazie al forte legame con il fondo cinese Fosun. Un manager molto conosciuto e che cura, per esempio, gli interessi di personaggi come Cristiano Ronaldo e Josè Mourinho. Nella sua scuderia ci sono diversi nomi importanti. Pure lui ha stretti legami con molti club europei, dove ha fatto approdare diversi suoi assistiti.

Il QS lancia dunque l’ipotesi di una sorta di cordata guidata da Galliani e che avrebbe al suo interno Rosso e un altro soggetto (Doyen Sports oppure Jorge Mendes). Il prezzo di vendita del Milan sarebbe più basso di quello attualmente fissato, considerando che Fininvest dovrebbe trattenere i 200 milioni che SES ha già versato a titolo di caparra. Lo storico dirigente rossonero da tempo lavora a fari spenti su questa operazione e per tale ragione avrebbe rifiutato la candidatura a Presidente della Lega Calcio. Con Berlusconi e con i manager della holding di via Paleocapa si è già discusso di questa possibilità.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME