Milan-Gattuso: sarà addio a fine stagione

Ecco i possibili sostituti

0
Direttore generale del Milan Leonardo, font. foto Google

Le tensioni tra Gattuso e società non si interrompono, e molto probabilmente l’allenatore lascerà la squadra a fine stagione. Secondo Sportmediaset.it, l’allenatore rischierebbe l’esonero anche in caso di qualificazione in Champions League. Conoscendo il carattere dell’allenatore, è molto probabile che sia proprio quest’ultimo a dare le dimissioni per primo, rinunciando al suo contratto valido fino al 2021.

I suoi rapporti con la società non sono mai stati ottimi, in quanto Gattuso non è stato scelto dai nuovi dirigenti ma dalla precedente gestione cinese. Per questo motivo, la sua panchina è stata più volte in bilico, rischiando l’esonero più di una volta. Per vari motivi alla fine non stato esonerato, in primis perché Leonardo ha deciso di non rimettersi in gioco come guida tecnica. Inoltre secondo i nuovi dirigenti Ringhio ha una personalità “terra terra”, ed è quindi privo di eleganza sia in campo che fuori. Nel calcio moderno molto spesso si dà più importanza a queste cose piuttosto che ai risultati.

La terza motivazione è legata al carattere troppo rigido del tecnico. Infatti l’allenatore ha lasciato pochissimo spazio a giocatori come Montolivo e Bertolacci, motivo per il quale questi ultimi lasceranno la società a Giugno. La dirigenza inoltre ha avuto molti disappunti riguardo le sue scelte tattiche. Ad esempio Leonardo non apprezza il fatto che il tecnico imposti la squadra con una sola punta (Piatek), lasciando sempre in panchina Cutrone. Per questo motivo il direttore generale del Milan ritiene la squadra troppo difensiva.

L’ultima motivazione sarebbe quella che, secondo Gattuso, la società l’ha sempre lasciato solo nei momenti di difficoltà. L’episodio più evidente è quello della lite tra Kessie e Biglia. In quel caso solo il mister si espresse in conferenza stampa, mentre Leonardo cambiò discorso, lamentandosi dell’arbitraggio, a suo dire scorretto, nel match tra Milan e Juventus.

I preferiti dalla nuova dirigenza per sostituire Gattuso sono due: Pochettino, attuale tecnico del Tottenham, ed Emery, attuale guida tecnica dell’Arsenal. Pochettino è il profilo preferito da Leonardo, per la sua dote nel valorizzare i giovani. Emery invece sarebbe l’uomo giusto per il Milan secondo Gazidis. L’allenatore spagnolo ha vinto 3 Europa League in precedenza con il Siviglia, e sta avendo un buon riscontro in questa stagione con l’Arsenal. Anche Rudi Garcia è stato offerto alla società, ma il profilo non sembra attrarre i dirigenti rossoneri.

Gattuso secondo la Gazzetta dello Sport, non si è ancora mosso per cercare un nuovo club. Tuttavia il tecnico farà di tutto per qualificarsi in Champions League, in modo tale da poter ricevere la corte da varie squadre.