Milan, Josè Mauri tolto dal mercato

0

L’ultimo colpo di mercato Josè Sosa non ha fatto altro che innervosire ulteriormente i tifosi del Milan. In primis c’è l’onerosa cifra sborsata per portare il giocatore argentino a Milano: si parla di un operazione complessiva da 10 milioni di euro, un po troppo per un giocatore di 31 anni che non ha dimostrato nulla in nessuna grande squadra in cui ha giocato. Un acquisto, che secondo i tifosi milanisti, non ha fatto altro che aumentare la già ricca mediocrità della squadra. Tuttavia la rosa del Milan è ancora provvista di qualche giocatore dal talento mai sbocciato, tra questi c’è Josè Mauri. Il giovane centrocampista italo-argentino viene da una stagione deludente, caratterizzata da tante panchine e poco campo. Una delusione, visto che il Milan era riuscito a strapparlo a una dura concorrenza. Sotto la guida di Montella, Mauri dovrà dimostrare di essere il giocatore che si è visto a Parma.

Più volte nel recente passato si è parlato di una possibile cessione in prestito di José Mauri. Ma alcun trasferimento ipotizzato si è mai concretizzato.

Le indiscrezioni continuano a circolare, soprattutto sull’interesse del Pescara. Ma Dino Zampacorta, agente del giocatore, ha smentito ai microfoni di PescaraSport24.it: “Josè Mauri ha avuto un lievissimo infortunio che non gli ha consentito di partecipare alla tournèè del Milan negli Stati Uniti. Risolto tale problema, ora si allena regolarmente con il gruppo. Josè è un giocatore del Milan e non si è mai presentata alcuna ipotesi di cessione“.

Il centrocampista italo-argentino, dunque, rimarrà in rossonero. Non dovrebbero esserci sorprese in merito, anche perché l’ex Parma ha alle spalle un anno in più di allenamenti a Milanello e dunque è maturato. Adesso, però, ha bisogno di giocare con continuità. Vedremo se Vincenzo Montella gli darà delle chance nelle prossime settimane.

Se Mauri non dovesse nuovamente essere impiegato con costanza, a gennaio le voci sulla sua cessione tornerebbero attuali. Le pretendenti di certo non mancherebbero. Oltre al già citato Pescara, anche altre società come Bologna, Chievo Verona e altre possono farsi avanti in caso di necessità nel rispettivo centrocampo. Il Milan valuterà le offerte, eventualmente.