Milan-Kessie, il futuro del giocatore potrebbe non essere a Milanello

0
Kessié
Frank Kessié, font. foto Instagram

Kessie si trova nuovamente sotto accusa. Dopo la lite con Biglia durante il derby, il centrocampista ivoriano è di nuovo sotto i riflettori per i fatti di Milan-Lazio. L’episodio che ha visto protagonisti Kessie e Bakayoko non è passato inosservato alla Procura Federale. Infatti domani il Giudice sportivo deciderà se sanzionare o meno i due giocatori. Il club di via Aldo Rossi ha difeso i due centrocampisti parlando di “un’ingenuità, con nessun intento di scherno aggressivo o antisportivo”. Nonostante ciò la società non sarà di certo entusiasta del comportamento dei suoi giocatori.

Subito dopo il match Gattuso ha rimproverato i giocatori, invitandoli a chiedere scusa pubblicamente. Ora il mister ha chiamato a rapporto Frank Kessie per un colloquio faccia a faccia. Il tecnico rossonero è rimasto deluso dal comportamento del suo giocatore ed è rimasto amaramente sorpreso dalla sua recidività. Infatti circa un mese fa lo aveva già richiamato negli spogliatoi rimproverandolo per i suoi atteggiamenti.

A causa di queste ingenuità, ora Kessie rischia di dover abbandonare Milanello a giugno. Il centrocampista classe ’96 non è di certo sotto accusa per le sue qualità tecniche. Difatti l’ivoriano è uno dei titolarissimi del centrocampo di Gattuso. Inoltre la società dovrebbe pagare 22 milioni (20+2 di bonus) per il giocatore, e il Milan ritiene la cifra eccessiva. La società reputa di dover utilizzare quella cifra per operazioni di maggiore importanza, come il riscatto di Bakayoko.

La società è stufa di vedere atteggiamenti non da Milan e in questo caso la punizione potrebbe essere esemplare. Scopriremo a fine stagione il destino del giocatore, che dipende anche dalla qualificazione o meno in Champions League.