Mesut Özil possibile obiettivo delle italiane: il fantasista dell’Arsenal è in rotta con Arteta

A dicembre scade il suo contratto e l'allenatore dei londinesi non sembra volerlo tenere ancora tra i suoi giocatori

0
Mesut Ozil, fonte By Ronnie Macdonald from Chelmsford and Largs, United Kingdom - Mesut Özil on the ball 4, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=38178913
Mesut Ozil, fonte By Ronnie Macdonald from Chelmsford and Largs, United Kingdom - Mesut Özil on the ball 4, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=38178913

Mesut Ozil potrebbe essere il nuovo obiettivo di una delle squadre italiane. Il centrocampista turco dell’Arsenal sarebbe l’ideale sia dal punto di vista tecnico che dal punto di vista dell’esperienza acquisita, soprattutto nell’ottica della Champions League.

Attualmente il fatto che non si troverebbe nel meglio della sua carriera è cosa nota a tutti, il giocatore infatti manca concretamente in campo dalla sospensione del campionato legata al Coronavirus.

Inoltre, non starebbe vivendo al meglio il rapporto con Arteta, allenatore della squadra londinese, che lo sta tenendo spesso fuori dai convocati. “Deve rispettare questa decisione e cercare di allenarsi nel miglior modo possibile, aiutare la squadra quando può. Poi vedremo cosa succederà a dicembre”, così ha commentato l’allenatore circa l’esclusione del turco.

Dal punto di vista economico, si risparmierebbero per il cartellino del fantasista turco (in scadenza nel 2021, che arriverebbe dunque a parametro zero) ma resta da affrontare la questione stipendio, attualmente di 15 milioni di euro lordi l’anno. Tra i club italiani interessati all’ex campione del Mondo ci sarebbero, tra le altre, il Milan e il Napoli.

I rossoneri hanno bisogno di aggiungere qualità al loro organico e aggiungere opzioni in attacco per servire al meglio Zlatan Ibrahimovic e per completare il reparto con Rebic e Leão. Al Napoli, invece, potrebbe essere una valida alternativa a Mertens sulla fascia e comporre un gran tridente con Insigne, Osimhen oppure proprio con il belga in qualche partita.