Milan: nessun problema per Alex, stop per Bertolacci e D.Lopez

0

PARCO INFORTUNATI
Lo staff medico è costretto a darsi da fare in casa Milan in questi giorni, per curare in sede alcuni, per decidere se inviare altrove degli altri. Possiamo riassumere che il parco infortunati rossonero fornisce oggi una notizia positiva e due negative ai fan del club di proprietà Berlusconi.

NOTIZIA POSITIVA
Partendo dalla notizia positiva, per tirare subito un sospiro di sollievo, possiamo dichiarare ufficialmente che Alex è in buone condizioni. Gli esami a cui è stato sottoposto in giornata, all’ospedale Gemelli di Roma, hanno dato esito negativo, tanto che il giocatore ha lasciato in serata la struttura, dove è stato accompagnato ieri con urgenza dall’a.d. Adriano Galliani e da uno specialista dello staff medico del Milan, il quale ha trascorso con lui la notte. Si è trattato solo di paura, quindi, ieri per il difensore brasiliano, il quale ha perso i sensi a seguito di un colpo di testa rimediato dal compagno di squadra Kucka sul terreno di gioco.

NOTIZIE NEGATIVE
Le notizie negative, invece, sono due: la prima riguarda Bertolacci, la seconda Diego Lopez.
“Il Milan comunica che oggi Andrea Bertolacci ha sostenuto degli esami medici a Roma che hanno evidenziato una lesione muscolare al bicipite femorale sinistro. Tra dieci giorni circa il calciatore sosterrà ulteriori controlli medici”: questo il testo ufficiale derivante dalla nota promulgata dal Milan. Il rischio è, quindi, quello che il giocatore possa incombere in uno stop provocato dall’infortunio più lungo di quanto ipotizzato in precedenza, per ora la previsione resta sulle due settimane.
Altra nota negativa è data dal comunicato arrivato in serata, sempre in maniera ufficiale dal club, riguardante il portiere Diego Lopez, costretto a tornare in Spagna per curare un problema che lo condiziona da ben quattro mesi, provocandogli un forte dolore sia in allenamento che in gara, contro il quale il giocatore dichiara di aver sempre combattuto in silenzio, sforzandosi di metterlo a tacere per restare a disposizione del mister e della squadra. Adesso, però, non ne può più, il dolore è diventato atroce e logorante, motivo per cui è stato costretto ad interrompere l’attività sportiva, la quale lo vedeva nelle ultime due settimane relegato in panchina a vantaggio di un giovanissimo Donnarumma, scommessa, per ora vincente, di Sinisa Mihajilovic. Si tratta di tendinopatia rotulea, come evidenziato dall’annuncio del club rossonero, per il portiere, il quale è stato costretto a tornare in Spagna per sottoporsi alle visite specialistiche del dottor Mikel Sanchez. Afferma D.Lopez: “ci tengo a chiarire che questa decisione è stata presa di comune accordo con la società”.

Seguiremo gli sviluppi per essere sempre aggiornati. In seguito saranno date maggiori informazioni sugli eventuali recuperi fisici da parte dei calciatori in questione.