Milan, Rafael Leao fa arrabbiare Giampaolo: ecco perché

Il nuovo attaccante del Milan è stato bacchettato dal tecnico rossonero, il motivo...

0
Spogliatoio Milan, fonte Flickr
Spogliatoio Milan, fonte Flickr

C’è curiosità da parte dei tifosi del Milan e dagli addetti ai lavori nel veder all’opera Rafael Leao, attaccante classe 99′ sbarcato in Italia dal Lille nella sessione di mercato che si è appena conclusa.

I rossoneri credono che il portoghese possa diventare uno dei pilastri della squadra per il futuro e le sensazioni raccolte in questi primi mesi di allenamento sono state piuttosto positive.

Leao ha dimostrato di avere un enorme potenziale abbinato a qualità e rapidità. Caratteristiche importanti per un giocatore molto forte anche dal punto di vista fisico. L’attaccante ora è chiamato ad ambientarsi nel campionato italiano e a divenire in breve tempo disciplinato tatticamente.

Un lavoro che spetterà a Giampaolo, il tecnico ha chiesto concretezza al giocatore, che spesso si lascia andare a giocate belle dal punto di vista estetico ma inutili ai fini del gioco. Stando a quanto riporta La Gazzetta dello Sport proprio tali giocate avrebbero fatto arrabbiare il tecnico rossonero. Ecco quanto si legge sul quotidiano:

“Leao è un giocatore di grande talento, anche se a volte si lascia andare a giocate inutili, di puro valore estetico. Questo non piace a Giampaolo, che ha già dichiarato di doverlo disciplinare. “Bravo ma istintivo”, ha dichiarato il dopo averlo allenato pochi giorni. Ma Rafa è probabilmente l’attaccante che potrebbe infiammare San Siro, con numeri che non si usano più”.