Milan, il sogno di mercato è Javier Pastore

0

E’ dall’addio di Clarence Seedorf che al Milan manca un vero e proprio fantasista, un giocatore di estro e fantasia in grado di fare la differenza pronto ad intervenire quando ci sono delle difficoltà. Quel tipo di calciatore che con una grande giocata, un assist o un gol, può decidere anche le partite più chiuse e intricate. Quando l’olandese ha lasciato Milanello, la sua maglia è stata ereditata prima da Kevin Prince Boateng e poi da Keisuke Honda. Non sono mancate le critiche da parte dei tifosi, abituati a vedere quel numero sulle spalle di grandi fuoriclasse. Basti pensare al leggendario Gianni Rivera o a Manuel Rui Costa. Il passaggio della numero 10 a giocatori non all’altezza dei grandi del passato è uno dei tanti motivi del declino del club negli ultimi anni.

Secondo quanto rivelato da calciomercato.com, Adriano Galliani sta seguendo con attenzione la situazione di Javier Pastore al Paris Saint Germain. Il 26enne argentino in questa stagione ha giocato poco, soprattutto a causa dei tanti problemi fisici accusati, ma in generale non è sembrato che Laurent Blanc intendesse puntare su di lui come titolare. L’ipotesi di un addio a Parigi per l’ex Palermo è quindi molto probabile e il Milan spera di potersi inserire per concludere l’affare.

Ma ad oggi è difficile immaginare che Silvio Berlusconi possa fare questo tipo di investimento. Tra cartellino e ingaggio lordo si andrebbe oltre i 30 milioni di euro. Si potrebbe pensare di finanziare l’operazione con la cessione di Carlos Bacca, ma poi servirà comunque andare a comprare un nuovo centroavanti in grado di garantire almeno gli stessi gol del colombiano. Più facile che Pastore possa arrivare nel caso in cui il Milan venisse acquistato dalla cordata cinese di cui tanto si parla. Con i capitali asiatici si potrebbe finalmente tornare a progettare una grande squadra e l’argentino può essere una delle stelle. Con l’attuale proprietà è difficile pensare che il club torni subito ai livelli di un tempo, non a caso si è parlato di un progetto giovani che necessita di anni prima di poter dare i propri frutti. In tal contesto, attirare nomi important è complicato. Invece con l’avvento degli investitori provenienti dalla Cina, il discorso sarebbe diverso. Il fantasista del PSG sarebbe un colpo ideale, sia in caso di utilizzo del modulo 4-3-1-2 che per il 4-2-3-1. Ovviamente andranno controllate le sue condizioni fisiche prima di procedere ad un eventuale acquisto, però le qualità del giocatore sono indubbie.