Milan, torna di moda Kovacic per il centrocampo

0

Mateo Kovacic lascerà sicuramente il Real Madrid nella prossima estate. Il talentuoso centrocampista croato non è riuscito a crearsi uno spazio importante in squadra quest’anno e pertanto ciò spingerà lui e il club a trovare una soluzione che possa accontentare entrambe le richieste. L’ex giocatore dell’Inter vuole giocare e quindi cerca qualcuno disposto a dargli fiducia e una maglia da titolare. I madrileni hanno investito circa 30 milioni di euro per acquistarlo e vogliono recuperarne almeno una parte. Ovviamente il valore del cartellino è notevolmente calato dopo la stagione deludente del ragazzo, però pur di sbarazzarsene potrebbe anche essere concesso un prestito con diritto o obbligo di riscatto.

RITORNO DI FIAMMA- Secondo quanto rivelato da Bernabeu Digital, nel futuro di Kovacic potrebbe esserci un ritorno in Italia per vestire la maglia del Milan, passando quindi sull’altra sponda del Naviglio dopo gli anni trascorsi all’Inter. Il giocatore era già stato cercato dai rossoneri nello scorso mercato estivo, ma non se ne fece a causa della concorrenza del Real Madrid. Adriano Galliani sta già sondando questa pista ed è pronto a chiedere ufficialmente il prestito del giocatore al Real Madrid. Attualmente dalla Spagna non giungono dettagli economici ulteriori su questo possibile affare, dunque non si sa l’eventuale cifra fissata per il riscatto, anche se è presumibile che i blancos per meno di 18-20 milioni non vendano un calciatore che ha comunque del potenziale e ha solamente 21 anni.

Kovacic nel Milan attuale sarebbe ideale per ricoprire il ruolo di trequartista, figura della quale Cristian Brocchi non dispone per far girare al meglio il modulo 4-3-1-2. Però ancora non si sa quale sarà il prossimo allenatore rossonero e dunque è complicato fare ragionamenti di mercato su giocatori che possano essere funzionali a un progetto tecnico-tattico ancora ignoto. Ad ogni modo, l’ex stella della Dinamo Zagabria in schieramenti che prevedono il trequartista può ritagliarsi il suo spazio. Sa giocare anche nella linea dei centrocampisti, però deve migliorare ancora tanto per poter stabilmente giocare in quel reparto dove sono richiesti sacrificio, corsa e continuità.