Milan, Van Der Wiel lontano dal PSG: i rossoneri ci pensano

0

Il destino del Milan, ad oggi, rimane molto incerto. I tifosi rossoneri sperano nella cessione della società ai cinesi, ma in giornata la trattativa ha subito una brusca frenata. gli asiatici non ha preso bene il video-messaggio di Berlusconi, il quale ha affermato la sua volontà di vedere il Milan in mani italiane, e hanno concesso un ultimatum al presidente rossonero. Se nella giornata di domani, il cavaliere non darà ancora la sua disponibilità a cedere la società, i cinesi si ritireranno dalla trattativa. Se ciò dovesse accadere, Galliani non potrebbe operare in maniera adeguata sul mercato, e sarebbe costretto a ripiegare su giocatori mediocri in scadenza di contratto con le proprie squadre. Ma non tutti sono da buttare: ci sarebbe, un certo Zlatan Ibrahimovic, in scadenza di contratto col Paris Saint Germain, e che già ha manifestato segnali di apertura nei confronti dei rossoneri. Ma dal club francese, potrebbe arrivare un altro rinforzo di spessore a parametro zero: si tratta di Gregory Van Der Wiel, terzino destro della nazionale olandese, già accostato in passato ai rossoneri.

LA SITUAZIONE- Il giocatore 28enne ha il contratto che scade per Giugno 2016 e lascerà sicuramente Parigi, visto che non ha lo spazio che desidera. Ma sul giocatore è forte l’interesse anche dell’Inter, della Roma, e di molte squadre di Premier League. Un laterale dalle qualità indiscusse ma che non è riuscito ad esprimersi come ai tempi dell’Ajax. Il Milan, al momento, dispone di quattro laterali difensivi ma, gli unici intoccabili sono Ignazio Abate e Luca Antonelli. Calabria dovrebbe essere ceduto con la formula del prestito, per consentirgli di fare esperienza e maturare. Un altro che molto probabilmente lascerà Milano, è Mattia De Sciglio, il quale non si è dimostrato mai decisivo. Max Allegri vuole portarlo alla Juve, magari in coppia con Montolivo. In caso di addio del 23enne milanese, Adriano Galliani può realmente pensare di tesserare Van Der Wiel ma, questa eventuale strategia va definita fin da subito visto che l’olandese non starà di certo ad aspettare i comodi rossoneri.