Milan, via Giampaolo, arriva Pioli: si riparte dal 4-3-3

Il Milan ha esonerato Giampaolo, al suo posto arriva Pioli, ecco come cambierà l'undici rossonero

0
Spogliatoio Milan, fonte Flickr
Spogliatoio Milan, fonte Flickr

E’ durata meno del previsto l’avventura di Marco Giampaolo alla guida del Milan, la società ha sollevato il tecnico dall’incarico nonostante la vittoria a Marassi con il Genoa. Al suo posto arriva Stefano Pioli.

Con l’ex allenatore della Fiorentina probabile il ritorno al passato, Pioli predilige il 4-3-3, stesso modulo utilizzato da Gattuso nella passata stagione.

Il Milan di Pioli dovrebbe essere molto diverso da quello di Giampaolo. In porta sarà confermato Donnarumma, in difesa sicuri di un posto Romagnoli ed Hernandez, al centro probabile l’impiego di Musacchio, anche se con il rientro di Caldara l’argentino potrebbe essere messo da parte. A destra se la giocano Calabria e Conti.

La vera novità riguarderà il centrocampo, Pioli affiderà le chiavi del reparto a Lucas Biglia, esploso con il tecnico ai tempi della Lazio, a farne le spese in tal caso sarà Bennacer. Nel ruolo di mezz’ala destra confermato Kessie, a sinistra invece Paquetà in vantaggio su Bonaventura.

Il vero rebus riguarda l’attacco, Pioli ama avere una punta centrale forte fisicamente e si affiderà a Piatek, sulla destra spazio a Suso. Lo spagnolo svolge il tipo di lavoro chiesto dal tecnico, che predilige giocatori abili nel saltare l’uomo. I veri dubbi riguardano la fascia sinistra, dove sono almeno in tre: Calhanoglu, Leao e Rebic. Al momento il turco per caratteristiche parte favorito. In tal caso l’escluso eccellente sarebbe Leao, il più in forma dei rossoneri nelle ultime gare.