lunedì, Aprile 15, 2024
HomeCronacaMilano: le borseggiatrici della metro invitate in TV su rete 4

Milano: le borseggiatrici della metro invitate in TV su rete 4

Alcune borseggiatrici della metropolitana di Milano, intervistate nel corso del programma “Dritto e Rovescio“, hanno ammesso che per loro rubare è un lavoro.
Per questo motivo, “le aggressioni subite dai cittadini esasperati dalla loro presenza e dai continui furti“, sono diventate un problema per loro.

Le borseggiatrici si lamentano di essere state prese di mira, anche quando non fanno niente di male. Contro di loro sarebbero nate diverse pagine social sulle quali alcuni cittadini pubblicano con foto e video presunte ladre in azione. In alcuni casi senza neanche avere prove che siano effettivamente borseggiatrici.

Alcune sarebbero state filmate anche mentre erano al bar: “Sembra diventata una moda quella di fotografarci. Oggi, per esempio, il gestore del bar della metro non mi ha fatta entrare a bere il caffè”

Le borseggiatrici denunciano anche episodi di violenza subiti durante il loro lavoro.

Una giovane incinta ha raccontato di essere stata picchiata da alcuni ragazzi che le hanno anche spruzzato dello spray al peperoncino vicino alla pancia. L’episodio era diventato virale sui social, dopo che la giovane aveva urlato contro chi la filmava: “Ho rubato ieri, ho rubato oggi cosa vi interessa? È il nostro lavoro, dobbiamo rubare”.
In un’intervista successiva, ha cercato di giustificarsi dicendo di non avere alternative e si è scusata per il suo comportamento: “Mi vergogno per quello che ho detto, ma ero molto agitata…Mi scuso, vorrei non rubare ma non ho alternative”.

La giovane ha ribadito che non avrebbe voluto dire quelle cose, ma che in quel momento era molto turbata dall’aggressione subita: “Ci filmano, anche quando non stiamo facendo niente. Ma le aggressioni ai nostri danni non le mostrano mai!”

I filmati e le foto scattate alle presunte borseggiatrici stanno diventando un problema

Questa nuova forma di “vigilanza” sta creando numerosi problemi. Nei giorni scorsi, per esempio, un uomo è stato aggredito verbalmente su un treno della metropolitana di Milano per aver redarguito un ragazzo che stava filmando con il cellulare due presunte borseggiatrici.

Il confronto tra i due passeggeri ha riacceso un dibattito che aveva già infuocato la politica meneghina, tra chi ritiene non sia eticamente giusto riprendere – senza prove – presunte borseggiatrici sui treni e chi invece pensa sia semplicemente una difesa giustificata dai numerosi furti che avvengono nei vagoni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME