Milano Rocks 2019: la prima serata del festival milanese

0
Fonte: Pagina Ufficiale Milano Rocks

Quest’anno Milano ha voluto fare le cose in grande e organizzare un Festival di due giorni! L’evento si è svolto nell’area MIND Milano Innovation District all’interno dell’AREA EXPO.

Siamo stati alla prima delle due serate che ha visto protagoniste 3 band. La prima ad esibirsi è il gruppo statunitense PVRIS con una set-list di circa un’ora in cui intrattiene il pubblico con la sua musica pop-rock coinvolgente e moderna. Qui il link al video del loro ultimo singolo Hallucinations.

Fonte: Pagina Ufficiale Instagram PVRIS

Intorno alle 19:30 sale sul palco la band indie pop rock britannica: The 1975. Stile riconoscibile, caratterizzato da suoni che richiamano gli anni ’80 ma inneggiano all’attualità e alla contemporaneità. Trattano temi decisamente non banali. Una delle ultime canzoni rilasciate (la prima traccia del loro prossimo album in uscita a Febbraio 2020) è The 1975 che vede la collaborazione con l’attivista svedese Greta Thunberg. La canzone, il cui ultimo verso è “It is time to rebel“, è un invito ai giovani ad impegnarsi per cambiare le cose. E’ lo stesso grido il d’aiuto lanciato nell’ultimissimo singolo. Cantato in apertura della loro esibizione al Milano Rocks: People, emerge la rabbia e il messaggio disperato che la band vuole lanciare. Qui il link al videoclip. Il concerto prosegue con il susseguirsi di grandi successi del gruppo, dai più recenti alle primissime canzoni che li hanno resi celebri.

Vengono suonate Love it if we made it, Somebody Else, Chocolate, Sex e altri pezzi più soft e jazz come Sincerity is scary o pezzi più pop come TOOTIMETOOTIMETOOTIME. The sound conclude la set list facendo letteralmente saltare tutto il pubblico in un’atmosfera di festa e pura gioia.

Fonte: Pagina Ufficiale Instagram The 1975

La serata arriva al momento dell’esibizione dell’ultima band, l’attesissimo concerto di Florence Welch con i Florence + The Machine. L’atmosfera in questo momento è particolare, il pubblico è completamente incantato dalla voce e dai movimenti della cantante. Vengono eseguiti i più grandi successi come Ship to Wreck, Dog Days Are Over, You’ve Got the Love, Cosmic Love,What Kind of Man. 

C’è spazio nella scaletta anche per brani meno conosciuti ma molto apprezzati dal suo pubblico fedele, ecco perchè si uniscono tutti in coro durante Queen of Peace o Delilah. Con Patricia, dedicata a Patti Smith, si crea un momento magico alla fine del brano. Un canto all’unisono nel crescendo degli ultimi secondi della canzone… l’ultimo verso “It’s such a wonderful thing to love” risuona ancora nell’aria durante un lungo applauso in cui la folla ringrazia la cantante per quel momento magico. La set list si conclude con Shake it out, canzone liberatoria e un augurio di buon auspicio.

Fonte: Pagina Ufficiale Instagram Florence + The Machine