Milano, treno di pendolari deraglia: tre morti e un centinaio di feriti, dieci gravi

L'incidente è avvenuto questa mattina tra Segrate e Pioltello sulla linea Milano-Venezia

0

Grave incidente ferroviario questa mattina sulla linea Milano-Venezia, dove poco prima delle ore 7 un treno è deragliato tra Segrate e Pioltello, alle porte di Milano. Il bilancio aggiornato dalla prefettura è di tre vittime, tutte donne, e circa un centinaio di feriti, di cui dieci in modo grave.

Il convoglio con sei vagoni e centinaia di pendolari a bordo era partito da Cremona alle ore 5 e 32 ed era diretto alla stazione di Milano Porta Garibaldi. Poco prima delle ore 7 il treno è sparito dai radar delle ferrovie per riapparire poco dopo rovesciato e accartocciato contro un palo, con le carrozze centrali a formare un angolo di 90 gradi.

Ancora in corso di accertamento le cause dell’incidente, con l’apertura di un’inchiesta per disastro colposo. Alcuni passeggeri che viaggiavano sul convoglio hanno raccontato di un gran rumore di ferraglia sotto ai vagoni, con il treno che iniziava a tremare. Poi un forte boato.

Immediati i soccorsi ad opera dei Vigili del Fuoco che hanno lavorato duramente per tagliare le lamiere e poter così estrarre gli ultimi passeggeri bloccati all’interno. Poi il trasporto dei feriti più gravi in ospedale mediante l’impiego di diversi elicotteri, tra cui un’eliambulanza giunta dall’Emilia-Romagna.

Presenti sul posto carabinieri, polizia, infermieri, medici e volontari della protezione civile. L’ospedale di Monza ha sospeso tutti gli interventi non urgenti in attesa dell’arrivo di un cospicuo numero di feriti.

Non mancano le polemiche: rabbia e indignazione si sono infatti diffuse tra i pendolari per la comunicazione con cui Trenord ha dato notizia dell’interruzione dei collegamenti ferroviari fra le stazioni di Treviglio e Milano, poco dopo le ore 8. Nel Tweet diffuso da Trenord si fa riferimento a “un inconveniente tecnico a un treno“.